venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Massa, il padre di una...

Massa, il padre di una vittima porta il camion in Comune per protesta

“Mio figlio non è morto per colpa della frana, il permesso di entrare in casa ce l'avete dato voi”. Il padre di Aldo Manfredi, morto domenica a Mirteto, lancia una pesante accusa all'amministrazione comunale e per protesta parcheggia l'autocarro nell'atrio del Comune di Massa. Nel frattempo sono saliti a 4 gli indagati nell'inchiesta aperta dalla procura.

-

 

“Mio figlio non è morto per colpa della frana, il permesso di entrare in casa ce l’avete dato voi”. Il padre di Aldo Manfredi, morto domenica a Mirteto, lancia una pesante accusa all’amministrazione comunale e per protesta parcheggia l’autocarro nell’atrio del Comune di Massa. Nel frattempo sono saliti a 4 gli indagati nell’inchiesta aperta dalla procura.

L’ACCUSA. “La morte di mio figlio è stata colpa dell’incompetenza di chi era incaricato di seguire i lavori”. E’ l’accusa lanciata dal padre di Aldo Manfredi. “Il permesso di entrare in casa ce l’avete dato voi, dicendo che era tutto sotto controllo”. Parole scritte sull’autocarro che il signore ha posteggiato per protesta nell’atrio del Comune di Massa. Il sindaco Roberto Pucci ha preferito non commentare. Oggi si svolgeranno i funerali delle 3 vittime: a Mirteto quelli di Manfredi, in duomo quelli di Nara e del figlio Mattia.

L’INDAGINE. Nel frattempo sono diventati quattro gli indagati all’interno dell’inchiesta aperta dalla procura di Massa Carrara. Dopo il titolare della ditta che nel 2009 ha eseguito lavori nel punto in cui è avvenuta la frana e che aveva ricevuto un avviso di garanzia già il 3 novembre, ieri la procura ha iscritto nel registro degli indagati anche un altro socio. Con loro sono indagati un funzionario e un geometra del Comune di Massa.

Ultime notizie

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi