giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaMercato di San Lorenzo, rivoluzione...

Mercato di San Lorenzo, rivoluzione 2011: scade il 97% delle licenze

Il mercato di San Lorenzo torna sul tavolo delle trasformazioni in vista nel 2011. Quest’anno, infatti, scade il 97% delle licenze degli ambulanti. Il sindaco riapre la discussione con i commercianti. Obiettivo: banchi più belli e più fiorentinità.

-

 

Il mercato di San Lorenzo torna sul tavolo delle trasformazioni in vista nel 2011. Quest’anno, infatti, scade il 97% delle licenze degli ambulanti. Il sindaco riapre la discussione con i commercianti. Obiettivo: banchi più belli e più fiorentinità.

BELLEZZA. “Vogliamo un mercato di San Lorenzo più bello di com’è ora, più orientato alla qualità e dove si riconosca parte della fiorentinità. Valuteremo come questo avverrà”. Lo ha detto ieri il sindaco di Firenze Matteo Renzi, ricordando che “il 2011 è l’anno nel quale scadono circa il 97% delle licenze di San Lorenzo e quindi si tratta di una grande questione politica da affrontare al tavolo della discussione con gli operatori”.

INVESTIMENTI. Tra l’altro nell’ultima seduta prima di Natale, la giunta ha stanziato i finanziamenti per il rifacimento del marciapiede in lastrico di Canto dei Nelli, sull’area prospiciente la Basilica di San Lorenzo, fino all’ingresso del Museo delle Cappelle Medicee. “Cercheremo – prosegue Renzi – di utilizzare il lavoro di rifacimento delle strade per poter intavolare una discussione, con chi ci vuole stare, per fare banchi più belli, banchi architettonici, ma anche per dare, ad esempio, spazi di uscita alle ambulanze”. Durante i lavori alcune bancarelle potrebbero essere spostate, anche se ancora non si conoscono i dettagli dell’operazione.

Ultime notizie