Anche quest’anno l’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI) – un’associazione no-profit che ad oggi conta oltre 300 medici soci e rappresenta la maggior parte delle principali istituzioni che si occupano di ricerca sul melanoma distribuite su tutto il territorio nazionale – ha organizzato la giornata ‘Metti il Melanoma in Fuori Gioco’ (giunta alla sua terza edizione), sostenuta dal patrocinio del Segretariato Sociale RAI, dal sostegno della Lega Calcio e delle compagnie telefoniche Telecom/TIM, Vodafone, Wind e Tre.

Scopo dell’iniziativa è finanziare borse di studio da 20 mila euro per giovani scienziati e progetti di ricerca da un minimo di 100 mila euro. Nonché educare i cittadini al valore della prevenzione e della diagnosi precoce.
«La prevenzione è l’arma più efficace per combattere il melanoma», conferma Alessandro Testori, direttore della Divisione Melanomi e sarcomi muscolo cutanei all’Istituto europeo di oncologia di Milano e presidente dell’Imi. «Per questo il nostro slogan è “occhio ai nei!”». Sono circa 6.000 i nuovi casi di melanoma registrati ogni anno in Italia e, secondo le più recenti statistiche internazionali, il 90 per cento dei tumori diagnosticati in fase precoce guarisce definitivamente, spesso grazie alla sola asportazione chirurgica, mentre le forme che sfuggono alla diagnosi precoce diventano malattie molto aggressive, potenzialmente mortali. “Siamo impegnati a sensibilizzare i medici di famiglia sull’importanza della regola dell”ABCDE’ – riprende Testori – invitandoli a fare attenzione, quando visitano i loro pazienti, ai nei e al loro aspetto (A come asimmetria, B come bordi, C come colore, D come dimensioni ed E come evoluzione)”

Si ricorda inoltre, che per l’intera giornata di oggi sabato 12 aprile, sono previsti banchetti per raccolta fondi in alcuni centri commerciali e la possibilità di versare un euro, in aggiunta alla spesa.
Per effettuare delle donazioni è a disposizione un conto corrente del Banco di Napoli: IT88A0101003400100000013267.

Fonte: Ufficio stampa Intergruppo Melanoma Italiano 2008.