venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaMorosini, ''a ucciderlo è stata...

Morosini, ”a ucciderlo è stata una cardiomiopatia”

E' quanto risulta dalla perizia chiesta dalla Procura di Pescara, secondo cui alla base della maorte del giocatore del Livorno c'è stata una malattia di probabile origine genetica.

-

Una cardiomiopatia aritmiogena. Sarebbe stata questa la causa della morte di Piermario Morosini, avvenuta lo scorso 14 aprile durante la tragica partita tra Pescara e Livorno.

LA PERIZIA. E’ quanto risulta dalla perizia chiesta dalla Procura di Pescara, secondo cui appunto alla base del decesso del calciatore amaranto c’è stata una cardiomiopatia aritmiogena. Si tratta – viene spiegato – di una malattia di probabile origine genetica che produce aritmie ventricolari.

PUERTA. E proprio la cardiomiopatia aritmiogena è considerata la causa più frequente di arresto cardiaco negli sportivi di alto livello. La stessa causa che aveva causato la morte del calciatore del Siviglia Puerta.

Ultime notizie