domenica, 5 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaMunicipale, sequestrati 4 furgoni

Municipale, sequestrati 4 furgoni

Quattro veicoli sottoposti a fermo amministrativo e una carta di circolazione sospesa.

-

Controlli che mirano a verificare il rispetto sia del codice della strada sia delle normative in materia di trasporto di merci e persone. In dettaglio gli agenti sono intervenuti tra sabato pomeriggio e domenica mattina in viale Milton, viale Lami e piazzale Martiri delle Foibe. I vigili controllato e sottoposto a fermo amministrativo tre furgoni di nazionalità ucraina e moldava per tre mesi per la violazione dell’articolo 88 del codice della strada (ovvero svolgevano servizio di trasporto su mezzi non destinati a tale scopo). Un quarto furgone, con targa provvisoria rilasciata dalla Germania e condotto da un rumeno, è stato sanzionato per cambio di destinazione del veicolo (trasportava persone invece che cose) come prescritto dall’articolo 82 del codice della strada. Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo e la carta della circolazione è stata sospesa. I quattro furgoni sono stati portati alla depositeria comunale. Per quanto riguarda gli autisti, uno è stato sanzionato per la terza volta e un altro per la seconda.

Come ha spiegato il comandante della polizia municipale Alessandro Bartolini, “spesso si tratta di un servizio svolto in modo abusivo, totalmente a nero, organizzato con punti di raccolta in varie città del centro-nord e pubblicizzato attraverso siti internet. Un’attività non occasionale e che sta mettendo in crisi gli autotrasportatori regolari oltre a rappresentare una forma di agevolazione del contrabbando, come evidenziato nel recente passato”. A dimostrazione che si tratta di un fenomeno organizzato anche il trasloco dei punti di raccolta dopo i controlli effettuati nelle settimane scorse dalla polizia municipale: i furgoni si sono infatti spostati dai tradizionali luoghi, come piazza della Costituzione e piazza Artom, in nuovi punti di raccolta situati in viale Milton, viale Lami e piazzale Martiri delle Foibe. Trasferimenti debitamente segnalati su internet, come ha scoperto la Polizia Municipale sia consultando i siti dedicati sia prestando attenzione alle segnalazioni dei cittadini.

L’intervento dello scorso fine settimana rientra nell’ambito dei controlli mirati della polizia municipale al fenomeno dei trasporto abusivo di merci e persone. Dall’inizio dell’anno sono stati 16 i furgoni sequestrati oltre a merce di contrabbando (come caviale e vodka) e una Porche non sdoganata. E per questi trasportatori abusivi sono iniziate ad arrivare anche le sanzioni della Prefettura di Firenze. Sono stati infatti respinti i ricorsi e condannati i trasgressori al pagamento di oltre 2.000 euro, fermando i veicoli per tre mesi ed intimando poi di raggiungere il confine nazionale per la via più breve. “Con questi controlli sui trasporti abusivi – ha aggiunto il comandante Bartolini – stiamo dando una risposta ai cittadini che lamentavano l’esistenza, in alcuni luoghi della città ritrovo di arrivi e partenze da e per l’est europeo, di situazioni poco chiare se non illegali”. Tra le segnalazioni arrivate alla Polizia Municipale quelle riguardanti la presenza di mercatini abusivi di merce di contrabbando, giri di prostituzione e perfino parrucchiere abusive al lavoro sui marciapiedi.

Ultime notizie