lunedì, 24 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaBlitz di Ultima Generazione, Nardella:...

Blitz di Ultima Generazione, Nardella: “Messa in scena? Offensivo”

Il sindaco Nardella interviene in Consiglio comunale dopo il blitz di Ultima Generazione. Racconta tempi e modalità di intervento e si scaglia contro chi parla di finzione

-

- Pubblicità -

Dopo il blitz degli attivisti di Ultima Generazione, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato in Consiglio comunale. E si è infuriato contro chi ha messo in giro voci secondo cui l’imbrattamento sarebbe stato una messa in scena. Nardella ha definito questo commento, espresso come da lui detto anche da rappresentanti delle istituzioni, “ridicolo, meschino e offensivo. Al limite della diffamazione e probabilmente perseguibile”. Un sospetto, ha proseguito Nardella, che offende l’amministrazione, la municipale, i turisti e i passanti. Offende i giornalisti e la città. Vergogna, vergogna, vergogna”.

La ricostruzione di Nardella dopo il blitz di Ultima Generazione

La rabbia di Nardella deriva ovviamente dal blitz di Ultima Generazione dello scorso 17 marzo, in cui è stata imbrattata la facciata di Palazzo Vecchio, con danni per 30mila euro. E il sindaco, in aula, ha ribadito che senza un intervento immediato i danni sarebbero potuti essere molto di più. Nardella ha scandito tutti i tempi dell’intervento. Ha ricordato che i vigili in piazza sono intervenuti in 16 secondi, comunque dopo Nardella stesso. L’episodio è durato 120 secondi, quindi due minuti. Nel frattempo il capogruppo della Lega a Palazzo Vecchio Federico Bussolin, prima del dibattito, ha messo un disegno con l’Oscar sullo scranno del sindaco. Che, in risposta, gli ha regalato una copia in piccolo del ‘Tapiro d’oro’.

- Pubblicità -

La vicenda Del Re e il tavolo sul clima a Firenze

Oltre al blitz di Ultima Generazione e alla replica di Nardella, l’inizio dell’intervento è stato dedicato a Cecilia Del Re, a cui il sindaco ha tolto le deleghe. Nardella ha ribadito che è venuto meno “il rapporto di fiducia con Del Re” e ha assicurato il massimo impegno in vista degli ultimi mesi di mandato. In difesa di Del Re è intervenuto in particolare il fedelissimo Leonardo Calistri, ma anche il vicecapogruppo Pd Alessandra Innocenti ha voluto ringraziare l’ex assessore per il lavoro svolto.

Nel corso dell’intervento, tornando sull’imbrattamento di Palazzo Vecchio, il sindaco ha annunciato l’intenzione di promuovere a Firenze, dopo l’estate, un grande appuntamento nazionale con sindaci e movimenti ambientalisti per definire un’agenda comune. Con due obiettivi. La tutela della natura e quella della cultura. Tra gli aderenti, ha raccontato Nardella, “i sindaci Gualtieri di Roma, Sala di Milano, Lo Russo di Torino, Manfredi di Napoli, Decaro di Bari, Lepore di Bologna”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -