martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Nasce ''Save the city'': il...

Nasce ”Save the city”: il social network per (e di) Firenze

E' stata battezzata ieri sera a Palazzo Vecchio, la nuova associazione no profit di Firenze: ''Save the city''. L'obiettivo? Chiedere ai fiorentini cosa non va, così da trovare una soluzione con progetti e iniziative.

-

E’ stata battezzata ieri sera a Palazzo Vecchio la nuova associazione no profit di Firenze “Save the city”, creata da un gruppo di professionisti con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita nella città. Ma non solo. E’ anche un social network, che funiziona come  facebook, con la stessa password e lo stesso username. Insomma un progetto per una Firenze meno “antica” e più futuristica.

FIRENZE NEL CUORE. SaveTheCity è una associazione no profit fondata da un gruppo di professionisti e imprenditori con lo scopo di sviluppare e  realizzare progetti o iniziative volte a migliorare la qualità della vita, il decoro e lo stato conservativo di parti sostanziali della città di Firenze. Il presidente, l’avvocato Alessandro Tarducci, ha spiegato che “alla base di tutto ci sono tre concetti: l’amore per Firenze (patrimonio di tutti e non solo dei fiorentini), la partecipazione e l’innovazione. L’idea fondamentale di SaveTheCity è quella di riunire forze cittadine (imprenditori, istituti bancari, professionisti e semplici cittadini) per fare sistema e sviluppare idee e progetti da fiorentini e per Firenze”. Il sindaco Matteo Renzi, presente all’inaugurazione dell’iniziativa, ha poi sottolineato: “Occorre mettersi tutti insieme affinché Firenze non sia solo un contenitore del passato, un ‘museo a cielo aperto’. Ben vengano iniziative come questa, perché più si alimentano le idee e più siamo tutti ricchi”.

UN SOCIAL NETWORK. Dino Massoni, responsabile del settore Information & Communication Technology dell’Associazione, ha creato il Social Network di SaveTheCity (www.savethecity.it) e ha spiegato che il sito internet “è una piattaforma che si ispira al mondo 2.0 tipico di Facebook e che è stata concepita su misura per Firenze. La registrazione è gratuita e molto veloce, visto che si possono usare gli stessi dati che si dispongono per l’account di Facebook. Grazie al sito tutti i cittadini possono creare progetti e, tramite la tecnica del ‘microcredito’ (‘crowdfunding’), finanziarli e realizzarli”.

PRIMI PROGETTI. Anche se appena nato, SavetheCity ha già realizzato i suoi primi progetti. L’ingegner Filippo Confalonieri li ha illustrati “Si tratta di sei borse di studio, tre per i progetti vincitori e tre per i secondi classificati. I temi dovranno riguardare la riqualificazione di Firenze, sia nelle sue zone centrali che in quelle periferiche. Vinceranno i progetti di innovazione sostenibile, che possano essere utili e, soprattutto, realizzabili concretamente”.

Ultime notizie

Palestra artistica alle Murate: un luogo dove “allenare” il talento

Perché non allenare anche il proprio talento? A Le Murate è nata la Palestra artistica, dove gli attrezzi sono penna, pennello e scalpello

Teatro del Maggio: l’ultimo Barbiere di Siviglia (prima dello stop)

Il Barbiere di Siviglia è l'ultima opera in programmazione al Teatro del Maggio prima dello stop alle rappresentazioni teatrali imposte dal governo a causa del coronavirus.

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, uno tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto