mercoledì, 28 Luglio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaNegozi e supermercati chiusi a...

Negozi e supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta in Toscana: l’ordinanza

Giani firma una nuova ordinanza anti-Covid per la chiusura di tutti i negozi per Pasqua e Pasquetta 2021, compresi supermercati e tabaccherie. Chi si salva dalla "serrata"

-

Il presidente della Regione Eugenio Giani ha firmato oggi una nuova ordinanza anti-Covid: in Toscana a Pasqua Pasquetta 2021 i supermercati e (quasi) tutti i negozi sono chiusi, comprese le tabaccherie. Dallo stop, domenica 4 e lunedì 5 aprile, si salvano solo 3 tipi di esercizi commerciali, mentre sabato 3 aprile sono aperti regolarmente i supermercati e gli altri negozi per cui l’ultimo decreto Covid permette l’attività anche in zona rossa.

Supermercati chiusi, negozi pure: quali esercizi sono aperti in Toscana a Pasqua e Pasquetta 2021

La Pasqua quindi si tinge ancora più di rosso in Toscana, dove vengono inasprite le norme stabilite dal decreto nazionale (qui cosa si può fare dal 3 al 5 aprile). Secondo la nuova ordinanza di Giani nelle giornate del 4 e 5 aprile potranno restare aperti solo 3 tipi di esercizi commerciali:

  • farmacie
  • parafarmacie
  • edicole

Dunque a Pasqua e Pasquetta in Toscana saranno chiusi anche i supermercati, le tabaccherie (i distributori automatici possono restare in attività), i fiorai e tutti gli altri negozi a cui il decreto nazionale consentirebbe di restare aperti in zona rossa. Consentita la consegna a domicilio di generi alimentari e di prima necessità: le botteghe alimentari e i supermarket potranno raccogliere ordini online o via telefono (ma non in presenza presso i negozi) e portare la spesa direttamente a casa dei clienti.

Da martedì 6 aprile riaprono invece gli esercizi commercio al dettaglio e servizi alla persona, consentiti in zona rossa, tra cui i supermercati, i negozi di elettronica e informatica, oltre a tutti i servizi essenziali come farmacie e negozi di alimentari. Restano chiusi i parrucchieri.

Zona rossa di Pasqua: in Toscana ristoranti e bar aperti solo per l’asporto

Nella zona rossa toscana a Pasqua e Pasquetta bar, ristoranti, panifici, gastronomie, rosticcerie, gelaterie e pasticcerie possono stare aperti solo per l’asporto: dalle 5 del mattino (quando finisce il coprifuoco), fino alle 22. I bar chiudono in anticipo alle 18, come previsto dalla normativa nazionale.

Qui il testo in pdf della nuova ordinanza del presidente della Toscana Eugenio Giani sui negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta 2021.

Ultime notizie