“La mozione era nata dopo un’intervista al Direttore della Galleria degli Uffizi che riferiva della sua decisione di organizzare, con opere provenienti dai depositi importanti e estremamente doviziosi della Galleria degli Uffizi, una serie di mostre nei comuni del territorio; questo – ha aggiunto Francesca Avezzano Comes – con tre importanti finalità: far fruire di queste opere il grande pubblico; promuovere il cosiddetto “turismo culturale”; venire incontro ai comuni del territorio nell’organizzare mostre che abbiano una loro corposità e un loro significato.

 Dato che uno dei leitmotiv della politica culturale di questa Provincia era l’idea del museo diffuso, ci ha colpito il fatto che il Direttore degli Uffizi si fosse quasi sentito in dovere di esprimere degli intenti che fossero di politica culturale sul territorio. Quello che chiediamo è che ci sia, innanzitutto, un rapporto con la Direzione degli Uffizi e impegnare la Giunta su future e similari sinergie con gli Uffizi”.

D’accordo Luca Ragazzo (Verdi): “Perché spinge la Provincia ad entrare sempre più nel merito delle questioni culturali: sul territorio, a diffondere una cultura diffusa policentrica che non abbia l’unico centro di riferimento Firenze ma che prenda risorse da Firenze e le distribuisce sul territorio”. D’accordo anche Riccardo Gori (PD): “Ci convince l’impianto di questa mozione”.