giovedì, 23 Gennaio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Occhi lucidi e sguardo nel...

Occhi lucidi e sguardo nel vuoto, i ragazzi del Treno della Memoria

Cinquecento gli studenti delle scuole superiori che hanno partecipato alla decima edizione dell’iniziativa organizzata dalla Regione Toscana e dal Museo della Deportazione. Per loro sono stati giorni molto intensi, per i luoghi che sono stati visitati, per le immagini che sono state mostrate e per le testimonianze dirette che sono state raccontate

-

Occhi lucidi e sguardo perso nel vuoto, così hanno reagito i 500 ragazzi delle scuole superiori che hanno partecipato alla decima edizione del Treno della Memoria organizzato dalla Regione Toscana e dal Museo della Deportazione di fronte al cancello d'ingresso del campo di Auschwitz.

Visite e testimonianze

Sono partiti lo scorso 23 gennaio insieme ai loro insegnanti, a 60 studenti delle Università toscane, a rappresentanti politici e rappresentanti delle diverse comunità ed associazioni: Comunità ebraica di Firenze e Pisa, Associazione Azione Gay e Lesbica, Comunità rom e sinti di Firenze e di Prato, Aned – Associazione Nazionale Ex Deportati ai campi di sterminio nazisti, Anei – Associazione Nazionale Internati Militari e Anpi – Associazione Nazionale Partigiani d'Italia.

Sono stati giorni molto intensi, sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale, per i luoghi che sono stati visitati, per le immagini che sono state mostrate e per le testimonianze dirette che sono state raccontate. I partecipanti hanno avuto l'opportunità di incontrare i testimoni Marcello Martini, Vera Salomon, Gilberto Salmoni e le sorelle Bucci, che con le loro commoventi storie hanno saputo parlare al cuore dei ragazzi trasmettendo quei valori e quegli ideali di cui sono portatori.

Attraverso i commenti e le domande dei ragazzi, si è percepita spesso la necessità di voler spostare l'attenzione ai giorni nostri.

Il ritorno in Italia

Il treno farà ritorno oggi in Italia, in occasione della Giornata della Memoria, carico di emozioni e nuove consapevolezze nell'affrontare la vita da un punto di vista diverso da parte dei ragazzi, avendo intrapreso questo percorso non solo per ricordare, ma soprattutto per imparare: perché quel che si ricorda prima o poi si può dimenticare, quel che si impara rimarrà per sempre.

- Pubblicità -

Ultimi articoli

Severgnini si racconta al Teatro Puccini

L’editorialista porta il suo “Diario sentimentale di un giornalista” a Firenze: ed è subito messinscena

Tramvia, linea 3.2: “Solo un terzo del percorso con i pali”

Intervistato da Lady Radio, il sindaco Dario Nardella fa il punto sui lavori per le nuove linee e anche sulla tecnologia che permetterà ai tram di viaggiare, in alcuni tratti, a batteria

La scuola al cinema: l’Istituto Marco Polo di Firenze in un film

Ci si resta anche al pomeriggio, si impara con metodi all’avanguardia e la parola d’ordine è “accoglienza”. Una scuola strana, l’Istituto Marco Polo. Che ora diventa un film

Natura collecta, a Firenze in mostra i prodigi della natura

Minerali rari, animali esotici, conchiglie e piume trasformate in oggetti di lusso. I gioielli della natura sono esposti in San Lorenzo
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi