venerdì, 25 Novembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaFirenze, multa se condizionatori accesi...

Firenze, multa se condizionatori accesi e porte aperte: l’ordinanza

Le regole varate dal Comune di Firenze sull'aria condizionata: vietato lasciare le porte aperte nei negozi se i condizionatori sono accesi

-

- Pubblicità -

Porte dei negozi chiuse se il condizionatore è acceso, con una multa fino a 500 euro per chi sgarra: è quanto previsto dall’ordinanza del Comune di Firenze sull’uso dell’aria condizionata, negli edifici con accesso al pubblico, gli esercizi commerciali e di somministrazione. L’obiettivo è eliminare gli sprechi di energia e limitare i consumi. Una misura che richiama una decisione analoga presa a Parigi, che sta valutando di rendere permanenti le nuove regole.

Nei negozi di Firenze vietato tenere la porta aperta se il condizionatore è acceso

La nuova ordinanza, proposta dall’assessore all’ambiente Andrea Giorgio, è in vigore dal 1 agosto fino al 1 settembre 2022. Prevista una sanzione per chi non rispetta le regole, da 25 a 500 euro ed entrerà in vigore da lunedì per permettere ai negozianti di organizzarsi.

- Pubblicità -

Sono esclusi gli esercizi commerciali e di somministrazione che hanno spazi e dehors all’aperto, gli esercizi le cui porte di accesso al pubblico non si affacciano direttamente verso l’esterno (ad esempio i punti vendita all’interno di centri commerciali) o quei negozi dotati di “lame d’aria” per evitare la dispersione termica, così come i locali in cui l’eccessivo affollamento richieda un idoneo ricambio d’aria o renda impossibile la chiusura delle porte.

La sperimentazione dell’ordinanza del Comune di Firenze sull’aria condizionata

I risultati di questa sperimentazione saranno portati al tavolo, convocato per il 2 settembre, al fine di entrare nel vivo dell’applicazione del Piano della qualità dell’aria e definire, insieme alle categorie, una regolamentazione con misure strutturali ridurre il consumo energetico sia per i mesi estivi che per quelli invernali.

- Pubblicità -

L’assessore all’ambiente Andrea Giorgio ha chiesto a tutti la massima collaborazione per l’applicazione dell‘ordinanza sull’aria condizionata nei negozi, ricordando che il 29 luglio è stato l’Overshoot Day, data simbolica che segna la fine delle risorse naturali che la Terra è in grado di metterci a disposizione in un anno e che ogni anno è sempre più precoce: nel 2021 era il 30 luglio.

Stop agli sprechi dell’acqua

Intanto il Comune di Firenze ha varato una seconda ordinanza che riguarda l’acqua, a seguito dello stato di emergenza regionale sulla siccità: fino al 30 settembre le utenze private non potranno più utilizzare acqua potabile per scopi diversi da quelli igienici e domestici. Vietato quindi annaffiare giardini e orti, lavare cortili o auto, riempire vasche o fontane ornamentali. La sanzione prevista per chi non rispetterà le regole sarà sempre da 25 a 500 euro e la scadenza è il 30 settembre.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -