Per la prima volta anche mamma e babbo, insieme al loro piccolo, potranno coltivare gratuitamente gli orti sociali di Firenze o meglio di una parte di città.

La novità arriva dal Quartiere 4 che ha lanciato il nuovo bando per affidare i piccoli appezzamenti di terreno alla cura dei cittadini: finora la graduatoria era aperta soltanto ai pensionati, dal 2018 il Q4 ha pensato di ampliare questa opportunità non solo agli over 65, ma anche alle famiglie (dando precedenza a quelle con figli) e alle persone in mobilità lavorativa sopra i 50 anni.

Dall’altra parte dell’Arno il Quartiere 2 ha pubblicato il nuovo bando per gli orti sociali, in questo caso però possono partecipare gli over 60.

Cosa sono gli orti sociali?

In pratica i cittadini in cima alla graduatoria hanno la possibilità di coltivare un “orto comunale”. Si tratta di rettangoli di terra, in media grandi 50 quadrati, che sono stati ricavati da appezzamenti di proprietà pubblica. Orti urbani a tutti gli effetti: si trovano all’Argingrosso come a Rovezzano e Careggi.

Sono “sociali” perché non c’è alcun affitto da pagare:  vengono assegnati gratuitamente a chi non ha giardino o terreni, grazie appunto a dei bandi pubblici in base ai quali vengono stilate le graduatorie. Sui mini-campi è obbligatorio l’uso di concimi biologici, banditi poi pesticidi e diserbanti chimici. Gli orti sociali di Firenze sono gestiti direttamente dai vari Quartieri: ognuno ha il suo regolamento in materia e per questo le norme di accesso possono cambiare in base alla zona.

Il nuovo bando per gli orti sociali di Firenze

Dall’inizio di gennaio, il Quartiere 2 e il Quartiere 4 hanno pubblicato i nuovi bandi per portare avanti questa esperienza di agricoltura urbana.  In entrambi i casi c’è tempo fino al 9 febbraio 2018 per presentare domanda. Lo può fare chi è residente nel quartiere in cui fa richiesta.

Per il Quartiere 2 possono partecipare pensionati over 60 e i campi “a misura di nonno” si trovano vicino al Centro Anziani “ Villa Bracci” (Stradone di Rovezzano 33), mentre il Quartiere 4 dà questa possibilità a tre diverse categorie per gli orti all’Argingrosso, a San Lorenzo a Greve e a San Bartolo a Cintoia: pensionati con più di 65 anni, nuclei familiari (con o senza figli, coppie oppure famiglie monogenitoriali), persone in mobilità lavorativa che abbiano più di 50 anni.

Qui il bando degli orti sociali del Quartiere 2 di Firenze (pdf). A quest’altro link si trova l’avviso pubblicato dal Quartiere 4 (documento pdf).