sabato, 25 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaOver the limits, il basket...

Over the limits, il basket per diversamente abili

Il Basket per i diversamente abili. E' questo lo scopo del progetto 'Over the limits' che promuove la creazione di percorsi socio-educativi per adolescenti diversamente abili attraverso la partecipazione ad attività fisiche.

-

Il progetto ‘Over the limits’ ha preso il via già dallo scorso anno da un’idea di Marco Calamai, allenatore di basket che da anni si dedica ai ragazzi affetti da vari tipi di disabilità.

“Si tratta di una bellissima esperienza – ha sottolineato l’assessore allo sport Barbara Cavandoli – che trova una forte condivisione da parte del mio assessorato e più in generale dell’Amministrazione comunale. Per rendersi conto di questa attività, basta recarsi il lunedì al palazzetto di San Marcellino e vedere il grande entusiasmo che anima il gruppo di ragazzi diversamente abili e normodotati e i loro istruttori. Un progetto che è l’espressione della una sinergia fra le realtà della scuola, dello sport e dell’associazionismo. Un’occasione dove soggetti fragili possono, attraverso la pratica sportiva, trovare un momento di crescita sociale ed educativa. Il Comune di Firenze sostiene con convinzione questo progetto perché sposa come meglio non si potrebbe l’obiettivo che lo sport sia sempre più diritto di cittadinanza e che metta al centro la persona, abbattendo ogni tipo di barriera”.

Il progetto si articola su sedute di allenamento (ogni lunedì per due ore) al palazzetto di San Marcellino, dove una quarantina di ragazzi diversamente abili e normodotati dell’istituto Elsa Morante cui si aggiungono ragazzi della Cooperativa Matrix, con tecnici e insegnanti si cimentano nel basket e altre discipline sportive.

 

Ultime notizie