giovedì, 17 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaOzono, scatta lo stato d'attenzione

Ozono, scatta lo stato d’attenzione

Oggi e domani scatta lo stato di attenzione per l'ozono. Scattano, quindi, particolari condizioni di prudenza nello svolgere attività fisiche all'aperto per anziani e bambini. L'invito è quello di restare a casa fra le 12 e le 17.

-

Arriva l’estate e come di consueto tornano a salire i livelli di concentrazioni di ozono nell’aria. Per oggi, giovedì 21 maggio, e domani venerdì 22, il bollettino dell’Arpat (Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana) prevede concentrazioni di ozono con valori leggermente superiori alla soglia di attenzione stabilita per legge, ovvero 180 microgrammi per metro cubo sforati anche in una sola centralina (l’unico sforamento è avvenuto a Prato).

Scatta, quindi, lo stato di attenzione che prevede particolari condizioni di prudenza nello svolgere attività fisiche all’aperto per anziani e bambini. E’ stata l’Arpat a segnalare il superamento della soglia di attenzione nel bollettino odierno. L’invito ai cittadini è quello di evitare sforzi fisici e attività ricreative all’aperto nelle ore più calde e nei luoghi soleggiati.

L’appello è rivolto in particolare modo a bambini, anziani o persone affette da malattie respiratorie: queste categorie di persone sono invitate a restare a casa nella fascia oraria compresa fra le 12 e le 17, ore in cui si prevede l’aumento delle concentrazioni di ozono.

Ultime notizie