lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPalazzo Vecchio, il Pdl perde...

Palazzo Vecchio, il Pdl perde un pezzo. Pieri segue Casini

Riapre i battenti oggi, dopo la pausa estiva, il consiglio comunale. Con qualche cambio di posto tra i banchi. Il consigliere Pdl Massimo Pieri ha annunciato oggi il passaggio al gruppo misto, per aderire al progetto del Partito della Nazione lanciato a livello nazionale da Pierferdinando Casini. Ma altri consiglieri potrebbero cambiare posto nel Salone nei prossimi giorni.

-

 

Suona la campanella anche per i consiglieri comunali. Oggi pomeriggio la prima seduta nel Salone dei Duecento, con tanto di primi “rimescolamenti” dei posti a sedere. Il primo ad annunciare il cambio di casacca è stato Massimo Pieri, ex Pdl passato al gruppo misto per aderire al Partito della Nazione lanciato da Pierferdinando Casini. Altri cambi di posto potrebbero avvenire nei prossimi giorni.

PIERI AL PDN. “Dopo quasi 17 anni di vita politica prima in Forza Italia e poi nel Pdl – ha annunciato questa mattina Massimo Pieri – ho scelto di lasciare il partito per aderire al progetto del Partito della Nazione lanciato dal presidente Casini”.

GRUPPO MISTO (FIN TROPPO). Come previsto dal regolamento, Pieri entrerà a far parte del gruppo misto, non potendo dar vita ad un gruppo a sé, operazione che necessiterebbe di almeno due consiglieri. E qui iniziano i problemi. “Del gruppo, infatti, fa parte anche il consigliere Di Puccio che sostiene il sindaco Renzi. Non è pensabile – sottolinea Pieri – che possa convivere politicamente con il sottoscritto che resta convintamente all’opposizione”.

“BELLA NOVITA’”. Il segretario nazionale Udc Stefano Cesa ha inviato una nota in cui descrive l’adesione di Pieri al progetto del PdN come “una bella e importante novità” e gli augura buon lavoro per “un’incisiva attività consiliare che affronti i problemi e le esigenze reali dei cittadini fiorentini”.

ALTRI CAMBIAMENTI IN VISTA. Al gruppo misto potrebbe ben presto aderire anche il consigliere Pdl (ex An) Riccardo Sarra, in attesa di specifiche indicazioni da parte di Gianfranco Fini. Ancora da appurare, sempre per rimanere in campo opposizione, se Giovanni Galli si dividerà dal Pdl per rifondare il gruppo eletto con la lista che portava il suo nome. Sembra tramontata, invece, l’ipotesi di un ingresso in maggioranza da parte di Valdo Spini e Tommaso Grassi. Ma mai dire mai.

Ultime notizie