Diciotto al Senato, 20 in più (38 in tutto) alla Camera: questi i numeri degli eletti al Parlamento in Toscana.

SENATO

A Palazzo Madama andranno 10 esponenti del Partito democratico, 1 dell’Italia dei valori e 7 del Popolo della libertà. Secondo l’ordine dei nomi sulle liste, per il Pd risulterebbero eletti Vannino Chiti, Vittoria Franco, Achille Serra, Achille Passoni, Marco Filippi, Andrea Marcucci, Silvia Della Monica, Marco Perduca, Massimo Livi Bacci e Manuela Granaiola. Per il Pdl i senatori sarebbero Altero Matteoli, Sandro Bondi, Gaetano Quagliariello, Franco Mugnai, Paolo Amato, Achille Totaro e Massimo Baldini. Per Idv passerebbe invece il girotondino Francesco ‘Pancho’ Pardi.

CAMERA

Per quanto invece riguarda la Camera, il Pd ha 19 eletti, l’Idv 1, il Pdl 15, la Lega Nord 1, e l’Unione di Centro 2. Per il Pd risulterebbero eletti Michele Ventura, Rosy Bindi, Giovanni Cuperlo, Paolo Fontanelli, Antonello Giacomelli, Franco Ceccuzzi, Ermete Realacci, Donella Mattesini, Alberto Fluvi, Lido Scarpetti, Andrea Lulli, Andrea Rigoni, Raffaella Mariani, Luca Sani, Silvia Velo, Rosa De Pasquale, Maria Grazia Gatti, Rolando Nannicini e Susanna Cenni che entra perche’ il capolista Dario Franceschini optera’ per l’elezione in Emilia Romagna. Prima dei non eletti l’assessore fiorentino Tea Albini.

Per l’Italia dei valori Antonio Di Pietro lascierebbe invece il posto a Fabio Evangelisti. Sul fronte Pdl, Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini opteranno per altre regioni e gli eletti risultano cosi’ Paolo Bonaiuti, Elio Vito, Riccardo Migliori, Denis Verdini, Marco Martinelli, Deborah Bergamini, Massimo Parisi, Flavia Perina, Riccardo Mazzoni, Roberto Tortoli, Maurizio Bianconi, Monica Faenzi, Gabriele Toccafondi, Lucio Barani e Alessio Bonciani. Nella Lega Nord Luca Paolini deve scegliere se essere eletto in Toscana o nelle Marche, lasciando eventualmente il posto di deputato a Antonio Vianna Gambetta.

Per quanto riguarda l’Udc, sono eletti Luisa Capitanio e Francesco Bosi che eredita il posto lasciato da Pier Ferdinando Casini. Nel caso che anche Capitanio optasse per un’altra regione sarebbe eletto al suo posto Lorenzo Nedo Poli.