domenica, 20 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Paura della "fine del mondo"?...

Paura della “fine del mondo”? Ecco le mete giuste per l’evento

Volete fare un ultimo viaggetto prima della "fine del mondo"? TripAdvisor ci consiglia cosa vedere per celebrare al meglio l'evento.

-

Un viaggio che è la “fine del mondo”.

I CONSIGLI. Ormai manca poco alla tanto celebrata “fine del mondo” secondo le antiche profezie Maya. Ma anche se gli esperti attribuiscono la profezia ad un’errata interpretazione del calendario Maya, escludendo quindi l’Armageddon, TripAdvisor (sito specializzato nelle recensioni di viaggi) ha individuato i luoghi da visitare in questo giorno speciale, senza preoccuparsi della fine del mondo.

Hell – Isole Grand Cayman. Chi si trova già all’inferno (‘Hell’ in inglese vuol dire Inferno), non deve aver paura dell’imminente fine del mondo. Una particolare formazione di calcare nero è localizzata nella parte nordovest dell’isola, le rocce, chiamate “Inferno”, hanno la forma delle fiamme. Un utente di TripAdvisor ha raccomandato di visitare l’ufficio postale del luogo:“Inviando cartoline da là, avranno il timbro “Inferno, Grand Cayman”. Stiamo a vedere se questo basterà agli antichi Maya come prova.

Bridge to nowhere – Nuova Zelanda. Non è sicuro che nascondersi sia sufficiente per sfuggire alla profezia. Ma se lo fosse, il modo migliore sarebbe stare sopra, sotto o alla fine del “Bridge to nowhere”. Perché dove non c’è nulla, nulla può essere trovato. “Questa parte del mondo è stata dimenticata dalla civilizzazione” ha affermato una recensione su TripAdvisor. “La bellezza selvaggia della natura era così sorprendente da non poter essere domata dalle persone, perciò questa regione è stata lasciata a se stessa e ha preso il nome di ‘Bridge to nowhere’”.

Marte – Pennsylvania. Seguendo l’esempio dei curiosi, aspetteremo l’arrivo del 21 Dicembre 2012 su Marte. Chi si preoccupa per gli alberghi e i ristoranti, può rilassarsi, sul posto esistono infrastrutture turistiche. Resta solo da sperare che i Maya non facciano differenze tra Marte nello spazio e Marte in Pennsylvania.

Capo di Buona Speranza – Sudafrica. La speranza è l’ultima a morire,  perché quindi non trascorrere la giornata al Capo di Buona Speranza? Cosa può andare male con quel nome? Un utente di TripAdvisor ha scritto nella sua recensione: “Qui, al Capo di Buona Speranza, è possibile sperimentare la forza primordiale della natura, il mare con le sue onde alte, il vento tempestoso, ma anche alcuni animali: scimmie selvagge, struzzi e camosci”. La nostra idea, però, sarebbe quella di sfuggire alle forze primordiali per questa volta…

La città eterna – Italia. Anche soggiornare nella città eterna è auspicabile in questa giornata. Roma, costruita su sette colli, ha dimostrato di resistere all’assalto di potenze straniere, sfuggendo al proprio destino incombente. Funzionerà anche il 21 Dicembre 2012? Certamente è un tentativo che vale la pena fare per visitarla. Un viaggiatore ha detto: “Roma appartiene a uno di quei posti da vedere almeno una volta nella vita”.

Humor Monastery – Romania. Quelli che credono che le interpretazioni apocalittiche del calendario Maya siano solo sciocchezze, quelli che non vogliono nascondersi “nel nulla” o andare direttamente all’ “inferno”, possono prendere tutto con un po’ di senso dell’umorismo. Dove? Certamente allo Humor Monastery, in Romania. “Molto carino. Inoltre, si possono trovare aneddoti sul monastero che renderanno la visita ancora più interessante” sintetizza una recensione.

21/12/2012. Insomma tanti viaggi all’insegna dell’ironia e della bellezza, sia essa naturale o architettonica, per sfuggire all’imminente evento catastrofico che ormai sta invadendo social network, radio, televisioni e battute tra amici.

Ultime notizie

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza al 36,29% alle ore 19

I dati sull'affluenza alle urne alle ore 19 del 20 settembre per le elezioni regionali 2020 della Toscana

Fiorentina-Torino, le immagini della gara

Biraghi, Castrovilli e Chiesa i migliori in campo

Referendum 2020: affluenza al 29,75% alle ore 19

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari: alle ore 19 del 20 settembre ha votato il 29,75%