martedì, 26 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Per le feste, una festa...

Per le feste, una festa più lunga

In occasione del Natale locali notturni aperti più a lungo a Firenze. Nella seduta di ieri della giunta comunale, l'assessore alle attività produttive ha illustrato le deroghe eccezionali per gli orari di apertura e chiusura dei pubblici esercizi per il periodo di Natale e quello di Carnevale.

-

In particolare le deroghe riguardano per Natale i periodi dal 20 dicembre al 6 gennaio per i pubblici esercizi e dal 16 dicembre al 6 gennaio per i locali di pubblico spettacolo. Sono anche state accolte le proposte dell’associazione FIPE-Confocommercio di prolungare l’orario di apertura anche per la festa di San Valentino, la Festa della Donna e le festività pasquali.

Per carnevale quindi il 19 febbraio, Giovedì Grasso, e il 24 febbraio, che è l’ultimo giorno di Carnevale, “gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande possono posticipare l’orario di chiusura e l’orario per effettuare intrattenimenti musicali, se già muniti di autorizzazione/D.I.A., fino alle 4,30 antimeridiane”.

Nei giorni suddetti e anche per Halloween 2009, le discoteche, i locali da ballo, night club e locali (al chiuso) di arte varia potranno chiudere alle 5 antimeridiane; mentre per il 1° gennaio è consentita l’apertura non-stop per l’intera giornata.

 

Ultime notizie

Test sierologici sul Covid-19 (gratis), al via le chiamate della Croce Rossa

Parte l'indagine sulla sieroprevalenza, servirà a mappare in tutta Italia la situazione del coronavirus. I volontari della Cri stanno telefonando ai cittadini selezionati dall'Istat

Coronavirus, la mappa del contagio in Toscana

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione

Coronavirus, solo cinque nuovi casi in Toscana

È l'aumento giornaliero più basso dal 2 marzo. Le ultime notizie di oggi, 25 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Palestra, il rimborso dell’abbonamento dopo il lockdown per il Covid-19

Il decreto rilancio prevede la possibilità di chiedere un rimborso del periodo in cui non si è potuto usufruire degli abbonamenti nei centri sportivi