venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPonte al Pino, vandali contro...

Ponte al Pino, vandali contro la nuova pensilina

Questa mattina la pensilina è stata trovata in frantumi. Il presidente di Ataf Bonaccorsi: ''Le pensiline, così come gli autobus, sono patrimonio pubblico: pagato con i soldi dei cittadini a beneficio di tutti i cittadini''.

-

Vandali in azione contro la nuova pensilina degli autobus di Ponte al Pino: questa mattina la struttura è stata trovata in frantumi.

PATRIMONIO PUBBLICO. “Un nuovo episodio che mostra quanto alcune persone abbiano poco a cuore i beni della collettività – commenta il presidente di Ataf Filippo Bonaccorsi – le pensiline, così come gli autobus, sono patrimonio pubblico: pagato con i soldi dei cittadini a beneficio di tutti i cittadini. Troppo spesso accade che l’inciviltà di pochi ricada sulla collettività”.

CORSEI PREFERENZIALI. “Quando si parla di servizi pubblici – continua Bonaccorsi – è necessario tenere presente che l’obiettivo da raggiungere è il bene collettivo: un ragionamento che vale anche per le corsie preferenziali, un tema che spesso solleva polemiche, ultima quella relativa al Ponte di Mezzo. Comprendiamo perfettamente le esigenze del commercio, ma va tenuto presente che la corsia preferenziale è stata istituita per garantire puntualità ed efficienza alla linea 23, che ogni giorno trasporta 35mila passeggeri”.

AtafPensilineDanni2VIA DEL BRONZINO. “Le esigenze quotidiane di decine di migliaia di cittadini non possono essere sacrificate sull’altare di qualche posto auto, tanto più che l’amministrazione comunale si è impegnata a trovare soluzioni che salvaguardino alcune esigenze specifiche e il saldo finale nel numero dei posti auto. Anche in via del Bronzino, dove immediatamente si sono levati gli scudi – copnclude il presidente di Ataf – i posti auto a disposizione di residenti e commercianti sono 31 in più rispetto a prima, grazie allo straordinario lavoro dei tenici dell’amministrazione comunale. Il sostegno al trasporto pubblico per una città città sostenibile, efficiente, attenta al benessere collettivo, si fa attraverso atti amministrativi concreti, come anche la realizzazione di corsie protette per i bus. Il trasporto pubblico non si può sostenere solo a parole”.

Ultime notizie