sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrandelli, ecco la ''ricetta'' anti-Germania....

Prandelli, ecco la ”ricetta” anti-Germania. E intanto Chiellini…

Il ct al lavoro per preparare la sfida di giovedì. Le partite con la Germania non sono mai banali: ''Quella del 1970 rimane la partita con la P maiuscola per eccellenza. Ricordo di averla vista a casa con mio padre ed è stata l'emozione più forte che ho provato da tifoso''. Le notizie dall'infermieria.

-

Ha raggiunto un grande traguardo, Cesare Prandelli. Portare la sua Italia in semifinale, tra le migliori quattro di un torneo partito tra le mille polemiche del caso scommesse. E ora l’ex tecnico della Fiorentina non vuol certo fermarsi qua, sul più bello.

GLI STRASCICHI. La partita che attende giovedì gli azzurri è di sicuro la più complicata del percorso fatto finora tra Polonia e Ucraina. La vittoria con l’Inghilterra ha lasciato il segno: 120 minuti in campo, i rigori, gli infortuni di De Rossi e Abate. Una fatica che la Germania non ha certamente dovuto fare con la Grecia, spazzata via senxza particolari problemi e per di più con due giorni di riposo in più sulle gambe rispetto agli azzurri.

IL SOGNO. Ma Prandelli tutto questo lo sa bene, e non si lascia certo spaventare. L’Italia sta sognando e facendo sognare milioni di italiani, e nessuno ha intenzione di svegliarsi. Dunque, non resta che battere i tedeschi. “I ragazzi sono consapevoli di quello che stanno facendo. C’è voglia di misurarsi a viso aperto, c’è voglia di giocare a calcio”, spiega il ct, come riportato dalla Figc. La partita con la Germania, che negli ultimi anni ha cambiato tanto, non sarà facile. “Loro – dice Prandelli – hanno qualche anno di vantaggio di lavoro rispetto a noi. Dopo il Mondiale del 2006 hanno puntato sui giovani e ora hanno un gruppo importante”.

NELLA STORIA. Indimenticabile, anche per il ct azzurro, una partita tra Germania-Italia che ha fatto la storia. “Quella del 1970 rimane la partita con la P maiuscola per eccellenza. Ricordo di averla vista a casa con mio padre ed è stata l’emozione più forte che ho provato da tifoso”.

RICETTA ANTI-GERMANIA. Ma come battere la Germania, nonostante la stanchezza? “Contro i tedeschi dovremo essere bravi a sfruttare i loro momenti di debolezza, visto che ogni squadra ne ha. Analizzeremo i video e cercheremo di preparare al meglio la partita. Ora il mio pensiero è fare l’analisi su chi possa recuperare. Abbiamo tutti lo stesso pensiero: usciremo vincitori se penseremo che la partita sarà in bilico fino all’ultimo minuto. Posso dire che paradossalmente preferisco prendere gol in contropiede, piuttosto che con la difesa schiacciata. Voglio una squadra che sappia osare e che continui a fare calcio propositivo. Con i tedeschi bisogna soprattutto capire come stare in campo”: questa la ricetta di Prandelli.

DALL’INFERMIERIA. E in attesa di capire come stanno i vari De Rossi, Abate e Thiago Motta, ecco che la buona notizia arriva da uno dei punti fermi di questa Nazionale, Giorgio Chiellini, costretto a guardare da fuori la partita con l’Inghilterra. Ieri il difensore della Juventus si è allenato con  il gruppo, disputando anche la partitella. Per giovedì, insomma, dovrebbe farcela. E Prandelli ringrazia: per fermare gente come Klose e Gomez c’è davvero bisogno di lui.

Con l’Inghilterra/1. La notte magica di Prandelli (e Montolivo)

Con l’Inghilterra/2. E ora? Fiorentini indecisi tra supplementari e ”fochi”

Ultime notizie