Sono stati premiati gli autisti che si sono distinti per comportamenti particolarmente virtuosi: da chi ha recuperato un portafogli  smarrito sul bus, a chi è stato particolarmente cordiale, ma anche semplicemente chi non ha fatto nemmeno un giorno di assenza o ha venduto il maggior numero di biglietti a bordo.

Gli autisti sono stati premiati dalla presidente di Ataf Marzia Capezzuoli e dal direttore generale Filippo Allegra alla presenza del vicesindaco Giuseppe Matulli, del prefetto Andrea De Martino e del rappresentante degli autisti Andrea Viciani.

“Un ringraziamento particolare a nome dell’Amministrazione comunale e della città a chi ha dimostrato di essere in grado di fare il proprio dovere anche in condizioni di estrema difficoltà – ha dichiarato il vicesindaco Giuseppe Matulli -. Sono difficoltà causate dal ritardo di decenni accumulato nell’organizzazione della mobilità cittadina (che si avvia ad affrontare con la tramvia), ritardo che è l’ostacolo principale al servizio di trasporto pubblico”.

“Ringraziamo tutti per il servizio che quotidianamente i nostri lavoratori offrono alla città di Firenze e alle persone che usano l’autobus. Un servizio che è necessario e fondamentale per tutta la comunità” ha commentato la presidente di Ataf, Maria Capezzuoli.