martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn premio all'architettura toscana come...

Un premio all’architettura toscana come arte sociale dei territori

5 diverse categorie per la quarta edizione del Premio Architettura Toscana. Promuoverà le opere capaci di stimolare la riflessione intorno all’architettura contemporanea

-

- Pubblicità -

Al via la quarta edizione del Premio Architettura Toscana, quest’anno con una particolare attenzione alla funzione di “arte sociale” della disciplina, ossia i progetti che hanno coinvolto intere comunità locali e che hanno “ridisegnato” il territorio cercando di promuovere una qualità di vita migliore anche nei singoli aspetti del quotidiano. Potranno concorrere le opere realizzate nella nostra regione da architetti singoli o in gruppo durante gli ultimi 5 anni, suddivise in 5 diverse categorie, tra cui una dedicata all’opera prima.

Le iscrizioni partiranno lunedì 4 dicembre 2023. L’iniziativa è promossa da Consiglio regionale della Toscana, Ordine degli Architetti PPC di Firenze, Federazione degli Architetti della Toscana, Ordine degli Architetti PPC di Pisa, Fondazione Architetti Firenze e Ance Toscana, con il patrocinio del Consiglio nazionale degli Architetti.

- Pubblicità -

Il Premio Architettura Toscana 2023-2024

L’obiettivo è premiare la ricerca, la qualità del fare progettuale, l’opera architettonica come strumento di rigenerazione, trasformazione del territorio.  Secondo Andrea Crociani, presidente dell’Ordine degli Architetti di Firenze, il Premio Architettura Toscana è “un’occasione per esplorare il panorama della ricerca architettonica nella nostra regione. In un periodo in cui le sfide legate all’urbanizzazione, alla sostenibilità e al benessere delle comunità sono sempre più pressanti, l’architettura gioca un ruolo cruciale, contribuendo in modo tangibile al miglioramento delle stesse, garantendo che le opere architettoniche abbiano un impatto positivo sull’ambiente, siano sostenibili e promuovano la qualità della vita delle persone che le abitano o le utilizzano”.

Come nelle scorse edizioni, valutare le candidature sarà una giuria che si compone di professionisti riconosciuti ed esperti del settore: gli architetti Michel Carlana, Michele De Lucchi, Francesco Isidori e Claudia Mainardi, e la sociologa Emanuela Saporito. Il Premio Architettura Toscana promuoverà quelle opere architettoniche, sia private che pubbliche, capaci di stimolare la riflessione intorno all’architettura contemporanea in quanto elemento determinante della trasformazione del territorio e in quanto costruttrice di qualità ambientale e civile, in un processo che coinvolge tanti professionisti ed attori, tutti determinanti all’interno della filiera: architetti, committenti ed imprese.

- Pubblicità -

Come partecipare

Per iscriversi è possibile compilare il modulo online presente sul sito www.premio-architettura-toscana.it dalle ore 12 di lunedì 4 dicembre 2023 e fino alla mezzanotte di lunedì 12 febbraio 2024. A presentare la candidatura possono essere sia il progettista che la committenza, ma anche l’impresa esecutrice dei lavori. Il premio conferma le cinque categorie: opera prima (progettisti under 40, premio in denaro da 5mila euro); opera di nuova costruzione; opera di restauro o recupero; opera di allestimenti o interni; opera su spazi pubblici, paesaggio o rigenerazione. I partecipanti possono candidare una sola opera per ciascuna categoria, ma una singola opera può essere candidata in più categorie. La cerimonia di premiazione è in programma giovedì 13 giugno 2024 alla Palazzina Reale di piazza Stazione, sede di Ordine e Fondazione Architetti Firenze, dove sarà allestita anche la mostra dei progetti vincitori.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -