venerdì, 18 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Prezzi giù per abbigliamento e...

Prezzi giù per abbigliamento e carburanti: inflazione in calo a Firenze

Inflazione in calo a Firenze nel mese di novembre: rispetto a ottobre calano i prezzi di abbigliamento, carburanti e alberghi. Nel ''carrello della spesa'', i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori sono diminuiti dello -0,2% rispetto al mese precedente.

-

Inflazione in calo a Firenze nel mese di novembre.

I PREZZI. Rispetto a ottobre calano i prezzi di abbigliamento, carburanti e alberghi. E’ quanto emerge dalla rilevazione effettuata dall’ufficio comunale di statistica, effettuata dal 1° al 21 del mese  su oltre 900 punti vendita (anche fuori dal territorio comunale) appartenenti sia alla grande distribuzione sia alla distribuzione tradizionale, per complessivi 11.000 prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere. In concreto, la variazione mensile è di -0,7% (mentre a ottobre era -0,1%); la variazione annuale è invece in aumento a +2,1% ( a ottobre era +2,0%).

CARBURANTI E NON SOLO. Nella divisione abbigliamento e calzature sono in diminuzione gli indumenti (-1,4% rispetto al mese precedente, -0,3% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente) e le scarpe ed altre calzature (-0,6% rispetto a ottobre, -0,4% rispetto a novembre 2011). Nei trasporti, la diminuzione mensile di -1,0% è principalmente causata dalla diminuzione dei carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto (-2,4% su base mensile) e del trasporto aereo passeggeri (-9,0% rispetto a ottobre). Nella divisione Ricreazione, spettacoli e cultura sono in diminuzione rispetto a ottobre 2012 gli apparecchi per il trattamento dell’informazione, come pc, notebook e tablet (-2,2%), i giochi, giocattoli e hobby (-1,3% e, rispetto a novembre 2011 la diminuzione è -2,0%), i servizi ricreativi e sportivi (-0,6%) e i servizi culturali (‑0,4%). Tra i Servizi ricettivi e di ristorazione sono in diminuzione i servizi di alloggio (-14,4% rispetto al mese precedente).

CARRELLO DELLA SPESA. Nel ”carrello della spesa”, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori sono diminuiti di -0,2% rispetto al mese precedente e sono in aumento di +3,5% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I beni, che pesano nel paniere per circa il 56%, hanno fatto registrare a novembre 2012 una variazione di +2,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I servizi, che pesano per il restante 44%, hanno fatto registrare una variazione annuale pari a +1,5%. Scomponendo la macrocategoria dei beni, si trova che i beni alimentari registrano una variazione annuale pari a +3,0%. I beni energetici sono in aumento di +11,9% rispetto a novembre 2011. I tabacchi fanno registrare una variazione di +2,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. La componente di fondo (core inflation) che misura l’aumento medio senza tener conto di alimentari freschi e beni energetici è +0,8%. L’indice generale esclusi energetici è +1,1%.

Ultime notizie

95 mila confezioni di materiale per la scuola donate nei Coop.fi

Successo per la raccolta straordinaria di materiale scolastico organizzata nei supermercati di Unicoop Firenze

Anche Unicoop Firenze sostiene Corri la Vita

La spesa di frutta e verdura Vivi Verde sostiene la lotta al tumore al seno

Tempo determinato e Covid: proroga senza causale, le regole per il rinnovo

Fino a quando dura la "proroga speciale" introdotta dal decreto agosto, qual è il numero limite di rinnovi e la durata massima di un contratto a termine

Elezioni regionali 2020 in Toscana: come e quando si vota, la guida

Chi sono i candidati, quando si vota, come funziona il sistema elettorale: quello che c'è da sapere sulle elezioni regionali 2020 in Toscana