giovedì, 17 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrimo maggio, bus solo per...

Primo maggio, bus solo per gli ospedali

"Il numero di autisti che si sono resi disponibili a lavorare come volontari il Primo Maggio (circa 20) non è sufficiente per garantire il servizio di trasporto pubblico": è quanto spiega una nota di Ataf, che annuncia dunque che il servizio di trasporto pubblico sarà garantito solo per gli ospedali.

-

Primo Maggio, bus solo per gli ospedali. Ad annunciarlo è Ataf, spiegando che “il numero di autisti che si sono resi disponibili a lavorare come volontari il Primo Maggio (circa 20) non è sufficiente per garantire il servizio di trasporto pubblico. Ataf prende atto, con rammarico, dell’assoluta mancanza di disponibilità mostrata dalle organizzazioni sindacali che hanno esercitato consistenti pressioni sugli autisti per indurli a non lavorare il Primo Maggio e a ritirare le disponibilità inizialmente accordate – continua la nota diramata dall’azienda -. Facendo conto sui pochi lavoratori che hanno mantenuto la disponibilità al lavoro, l’azienda garantirà comunque il servizio di collegamento con gli ospedali cittadini”.

“Ataf ringrazia gli autisti che lavoreranno il Primo Maggio per garantire questo servizio essenziale – spiega la nota dell’azienda – e ringrazia la Provincia di Firenze che, alla proposta dell’azienda di far circolare i bus nella giornata di venerdì prossimo, aveva risposto positivamente mettendo a disposizione le risorse necessarie, come avvenuto anche l’anno scorso.  La ricerca dei volontari si era resa necessaria perché i sindacati, convocati più volte, si sono rifiutati di trovare un accordo sulla necessità di garantire il servizio di trasporto pubblico nei giorni festivi (Natale, Pasqua e Primo Maggio). All’incontro di lunedì scorso per discutere del servizio da effettuare il Primo Maggio, le organizzazioni sindacali non si sono presentate”.

“Il risultato di questo atteggiamento – commenta la presidente di Ataf Maria Capezzuoli – è che Firenze sarà l’unica grande città italiana dove il Primo Maggio non circoleranno i bus. Poiché i sindacati hanno indetto anche uno sciopero per giovedì 30 aprile, fiorentini e turisti resteranno a piedi per due giorni consecutivi, proprio durante uno dei ponti di primavera che sono fondamentali anche per le attività economiche. L’atteggiamento dei sindacati – prosegue la presidente – reca danno non tanto all’azienda, che è intenzionata a proseguire nel proprio piano di risanamento e riorganizzazione, quanto all’intera città. Serve un cambiamento nella gestione della mobilità pubblica, che è un diritto dei cittadini. I sindacati continuano invece a tenere un atteggiamento conservatore, che fa riferimento a un modello di società che non esiste più”.

Questo il servizio festivo del Primo Maggio:

Sono in partenza dai capolinea, dalle 9 alle 13, le linee:
14 (per Ospedale S.Maria Nuova e Careggi) – frequenza 11’
27 (per Ospedale Torregalli) – frequenza 17’
31/32 (per Ospedale P.te a Niccheri) – frequenza 15’
Numero Verde: 800-424500, sito internet: www.ataf.net.

Ultime notizie