domenica, 31 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Primo messaggio dell'arcivescovo Betori

Primo messaggio dell’arcivescovo Betori

Messaggio arcivescovo Betori a Firenze

-

“C’é il consumo voluttuario – ha osservato – in cui io annullo l’oggetto e lo distruggo e il consumo di
condivisione; ovvero non c’è bisogno di spendere per forza per me ma posso spendere anche per noi, per gli altri mantenendo sempre forte il volano della produzione ma orientandolo verso una serie di beni più solidali e meno egoistici e forse anche più produttori di reddito. Perché se riesco a immettere nel circuito di tutti un maggiore benessere allora tutti possono a loro volta esserne beneficiati”.

“Dunque – ha concluso il vescovo – se prendessimo sul serio la crisi che è nata da una idolatria del denaro, credo che torneremo tutti ad una maggiore essenzialità che significa anche una maggiore condivisione”.

Notizia precedenteNatale in piazza Dalmazia
Notizia successivaUniversità o fondazioni?

Ultime notizie

Mascherine gratuite, in Toscana la distribuzione si sposta in edicola

Stop alla distribuzione nelle farmacie, dal 5 giugno le mascherine gratuite si trovano in edicola: come funziona e quante ne spetta a testa

Centri estivi 2020, le linee guida della Regione Toscana

Dal distanziamento al numero di operatori, ecco le linee guida 2020 per i gestori di centri estivi in Toscana: l'ordinanza 61 della Regione

Centri estivi 2020 del Comune di Firenze, iscrizione al via

Sono 28 i centri estivi organizzati dal Comune di Firenze nei cinque Quartieri: domande di iscrizione online dal 1° all'8 giugno

Spiagge libere, le regole per l’estate 2020 della Regione Toscana

Mascherina, distanza tra gli ombrelloni ma niente prenotazione: l'ordinanza 61 della Regione Toscana detta le regole per le spiagge libere