lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaProvincia contro impronte rom

Provincia contro impronte rom

I lavori della giunta provinciale, in corso questa mattina a Palazzo Medici Riccardi, sono stati brevemente interrotti per consentire ad alcuni rappresentanti dell’Arci di raccogliere le impronte digitali dei presenti. La Provincia ha così aderito all'iniziativa contro la schedatura dei bambini rom.

-

““E’ insopportabile l’idea che si possano chiede le impronte a un’etnia, in quanto tale – spiega il presidente della Provincia Matteo Renzi – Sono invece favorevole al fatto che tutti i cittadini, e non un’etnia discriminata, debbano depositare le impronte digitali per motivi di sicurezza. E la giunta provinciale, questa mattina, ha compiuto un gesto che vuol essere un esempio in questa direzione”.

Un gesto volontario, quello compiuto dagli amministratori della Provincia, in segno di adesione all’iniziativa nazionale “Prendetevi le nostre impronte. Non toccate i bambini e le bambine rom e sinti”.

“Invece – ha concluso Renzi – sono favorevole al fatto che tutti i cittadini, e non una etnia discriminata, debbano depositare le impronte digitali per motivi di sicurezza. E la giunta provinciale, questa mattina, ha compiuto un gesto che vuol essere un esempio in questa direzione”.

Ultime notizie