giovedì, 21 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Pubblica amministrazione più "rosa"

Pubblica amministrazione più “rosa”

Da una ricerca statistica sulla presenza femminile all'interno della pubblica amministrazione fiorentina, risulta che la presenza femminile nell'ente è aumentata raggiungendo il 59,5%, rispetto al 57,8% del 1999. Aumentano anche le donne in posizione dirigenziale.

-

“In viaggio per le pari opportunità”. E’ il titolo del convegno che si è svolto nel Salone de’ Dugento, e che ha avuto come tematica principale il mondo del lavoro e le pari opportunità, valorizzando le differenze di genere, in particolare all’interno del Comune di Firenze, e l’esperienza del comitato pari opportunità, i cui contenuti sono stati resi noti con la pubblicazione del libretto “In viaggio per le pari opportunità”. Al convegno erano presenti l’assessore alle pari opportunità Daniela Lastri, la sociologa del lavoro Marcella Chiesi, Marina Capponi consigliere delle pari opportunità della Regione Toscana e Carlo Paolini direttore generale del Comune di Firenze. Tra il pubblico tante dipendenti, funzionarie e dirigenti del Comune di Firenze, e i comitati pari opportunità di altri enti.

“Abbiamo scelto questo titolo perché il filo conduttore di questa pubblicazione è il viaggio nel mondo del lavoro e delle pari opportunità – ha sottolineato l’assessore Daniela Lastri – ed è frutto di un’esperienza durata sei anni. La pubblicazione offre lo spunto per riflessioni e proposte di nuove iniziative di sviluppo organizzativo rivolte a tutte le dipendenti e i dipendenti del Comune di Firenze”. L’iniziativa è stata il resoconto dell’esperienza formativa, rivolta dal comune di Firenze alle proprie dipendenti, altamente innovativa e orientata alla valorizzazione delle risorse umane nel rispetto delle differenze di genere. Inoltre è stata sottolineata l’importanza della nascita dei comitati delle pari opportunità a livello regionale e locale. “Rendere tutte e tutti partecipi, consapevoli e protagonisti del cambiamento che potremmo realizzare insieme, qualunque siano la nostra posizione e il nostro ruolo all’interno dell’Ente – ha commentato l’assessore Lastri – per migliorare la qualità del lavoro, far interagire le differenze e trovare nel lavoro una dimensione di soddisfazione, questo è l’obiettivo di questa pubblicazione e di anni di continua e convinta attività del comitato pari opportunità all’interno del Comune di Firenze”.

Nel 2005 il comitato le pari opportunità ha commissionato una ricerca statistica sulla presenza femminile all’interno della pubblica amministrazione fiorentina. La composizione percentuale per sesso ha visto aumentare la presenza femminile nell’ente che è il 59,5% rispetto al 57,8% del 1999 (anno in cui fu eseguita l’ultima statistica). Ne quadro generale spiccano dei dati importanti, come le donne laureate che sono il 65,4%; sul totale dei neoassunti, è laureato l’8,3% delle donne rispetto al 2% degli uomini. Aumenta la presenza femminile in posizione dirigenziale passando dal 21,2% nel 1999 al 27% dell’intero personale dirigente nel 2005. I profili ricoperti per la maggior parte dalle donne sono di tipo amministrativo, educativo-culturale e socio-assistenziale.

L’assessore Lastri ha poi ricordato le varie attività intraprese, riportate nel piano triennale “Azioni Positive 2008 – 2010”, come il proseguimento della formazione alle dipendenti, la presenza e il lavoro della Consigliera di Fiducia nominata nell’aprile scorso e la realizzazione di un progetto per alcune dipendenti che presto andranno in maternità, che consisterà nell’accompagnamento, nel collegamento e nell’accoglienza al loro rientro dopo il periodo di astensione dal lavoro. In questi anni hanno partecipato a questa esperienza formativa sul potenziale professionale femminile come risorsa per lo sviluppo organizzativo del Comune di Firenze, 400 donne, 26 le edizioni che si sono tenute, 90 le donne che hanno preso parte ai focus group con lo scopo di avere un feedback sul percorso e per individuare i modi per proseguire negli anni seguenti.

Ultime notizie

Posso tornare a casa dopo le 22? Le regole del Dpcm per il rientro nell’abitazione

Quando è consentito il rientro alla propria abitazione durante il coprifuoco: dopo una cena da amici si può tornare a casa, anche se sono passate le 22 o si rischia una multa?

Decreto ristori 5: quando esce il testo e quando arriva in Gazzetta Ufficiale

Dal bonus per lo sport al superamento dei codici Ateco per il contributo a fondo perduto: quando esce il testo del decreto ristori 5, il primo (e forse l'unico) provvedimento economico Covid che arriva nel 2021

Zona arancione e rossa, visite ai congiunti: si può andare fuori comune?

Si possono vedere i congiunti che abitano in Comuni diversi, se ci si trova in zona arancione o rossa? Le regole per gli spostamenti e le deroghe introdotte dal decreto Covid di gennaio 2021

Toscana, zona gialla fino a quando: rischio arancione nel weekend?

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla e non passerà in arancione: la conferma o meno del colore arriverà alle porte del fine settimana