lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPulizia e rifiuti, il centro...

Pulizia e rifiuti, il centro diventa “laboratorio”

Rifiuti, pulizia e nuove tecnologie: si parte dal centro storico, già dal mese prossimo. La sperimentazione di nuovi sistemi di lavaggio delle strade e dei cassonetti interrati non poteva partire che dal cuore di Firenze, dove il problema è più che mai sentito.

-

Da piazza Duomo a San Lorenzo, da piazza dell’Unità a Santa Maria Novella passando per via della Scala, parte di via del Palazzuolo e Borgo Ognissanti, ecco il quartiere prototipo (circa 4 chilometri quadrati) che da dicembre sarà costantemente monitorata per studiare le soluzioni da esportare nel resto della città.

I confini dell’area sono stati svelati oggi dal presidente di Quadrifoglio spa Giorgio Moretti, ascoltato dalla commissione bilancio di Palazzo Vecchio presieduta da Massimo Fratini.

Novità annunciate anche in bolletta. Nella prossima Tia i cittadini troveranno un allegato che spiega nel dettaglio le tariffe e le compara con altre città italiane, mettendo in evidenza che fra le città d’arte Firenze è quella che paga mediamente una tariffa d’igiene urbana più bassa: circa 148,02euro l’anno per 100 metri quadri di casa e una famiglia media di tre persone.

Costi che rimarranno comunque minori, anche se quest’anno la Tia aumenterà di circa 9euro a famiglia.

Chi pagava 148,02euro, me pagherà 157,17. “Un aumento – ha detto Moretti – tutto dovuto agli incrementi dei costi di discarica”. Questo il principale ‘problema’ di Firenze. “Oltre 4 dei 6milioni di euro di maggiori costi – ha detto Fratini – rispetto al 2008 sono dovuti all’impossibilità di utilizzare la discarica di Case Passerini inviando i rifiuti fuori Firenze”.

Secondo il presidente di Quadrifoglio è necessaria una sensibilizzazione politica affinché la Toscana si doti di un sistema di smaltimento più efficiente. “Ci sono due milioni e mezzo di rifiuti e un sistema di termovalorizzatori assolutamente insufficiente e in Toscana c’è un frazionamento eccessivo. Di soggetti tipo Quadrifoglio in Toscana ce ne sono 52, in Emilia Romagna 3. In Toscana ci sono 3 ATO in Emilia Romagna 1.

E per quanto riguarda lo smaltimento sia Fratini che Moretti concordano sul fatto che “Occorrerebbe che la Regione contribuisse a calmierare i prezzi. Portare i rifiuti fuori costa 180euro a tonnellata per lo smaltimento e moltiplicandolo per le 240mila tonnellate di rifiuti indifferenziati vengono cifre alte”.

Ultime notizie