ABRACADABRA!

L’associazione AiBi (Amici dei Bambini) promuove “Abracadabra! Mai più bambini abbandonati!”, un mese di attività per bambini e famiglie con spettacoli, giochi, mostre, convegni e iniziative di raccolta fondi. Obiettivo è informare e sensibilizzare su un’’emergenza umanitaria poco conosciuta ma che nel mondo riguarda oltre 145 milioni di bambini senza famiglia. Domenica 18 maggio, dalle 11 alle 18, al Parco di Villa Vogel si svolge la sesta edizione della giornata di piazza Abracadabra!, manifestazione nazionale e internazionale, patrocinata dal Segretariato Sociale Rai.

Immutata la formula della festa: i bambini giocheranno per i bambini dimenticati negli istituti, mentre le famiglie saranno informate dai volontari dell’associazione sull’emergenza abbandono, sulle attività in Italia e all’estero e su quanto, nel concreto, è possibile fare per accogliere un bambino abbandonato. A tutti i bambini che parteciperanno alla festa, in Italia e nel mondo, sarà proposto il tradizionale simbolo di Abracadabra!, per essere uniti nella solidarietà: la bacchetta magica. Il momento della magia sarà, come tradizione, alle 16: tutti i bambini, ovunque si troveranno, grideranno insieme “Abracadabra!”, per stare vicini, anche solo per un momento, a chi non può crescere nell’amore di una famiglia.

Durante la giornata saranno organizzati giochi per i bambini e gare a squadre, il laboratorio trucca-bimbi, il laboratorio di pittura, le sculture di palloncini, la pesca di beneficenza e lo spettacolo dei burattini. Volontari, famiglie adottive e famiglie affidatarie saranno a disposizione di coloro che vorranno informazioni su adozione internazionale, affido e case famiglia, sostegno a distanza.

Dal 18 al 25 maggio sarà possibile essere vicino ai bambini abbandonati anche attraverso un Sms solidale al numero 48584 da cellulare o da telefono fisso Telecom. Ogni messaggio inviato contribuirà a sostenere i progetti a cui Ai.Bi. si dedica in diversi paesi del Sud America, per donare una famiglia a bambini e adolescenti in difficoltà. L’elenco completo delle piazze e i programmi delle singole manifestazioni italiane saranno aggiornati sul sito www.aibi.it.

 

ABIO

Il contatto dei bambini con le strutture ospedaliere rappresenta sempre un evento molto delicato, da affrontare con grande amore e attenzione, per evitare che questa esperienza dolorosa non pesi negativamente sulla personalità dei piccoli. Ogni giorno decine di volontari affiancano le famiglievolontari di ABIO (Associazione per il Bambino In Ospedale) sono impegnati da oltre 30 anni nell’attività di umanizzazione dell’’ospedale, lavorando sulla sdrammatizzazione dell’impatto che bambini e famiglie vivono al momento dell’’ingresso nelle strutture ospedaliere. e il personale sanitario in questo compito fondamentale. I


A Firenze ABIO opera presso l’ospedale pediatrico Meyer, dove la numerosa affluenza di piccoli pazienti e delle loro famiglie rende sempre più necessario l’intervento di nuovi volontari. Domenica 18 maggio ABIO Firenze invita per il 3° anno consecutivo genitori, bambini, amici e parenti alla “Festa ABIO 2008”, un modo divertente per stare insieme e per conoscere chi fa volontariato aiutando i bambini meno fortunati. La festa comincerà alle 10 al circolo/parco “Il Boschetto”, in via di Soffiano, e scorrerà fra animazioni, giochi, palloncini, burattini, pesche di beneficenza, bontà culinarie e tanto altro, fino alle 19.


Sono previsti giochi per tutte le fasce d’età, dall’allestimento di uno spazio morbido per i più piccoli alla “scuola di palloncini”, passando per l’’animazione e la merenda, senza dimenticare brevi interventi dedicati all’associazione e al ruolo del volontario ABIO in ospedale. Per l’occasione sarà preparato anche un punto ristoro per il pranzo e la merenda, dove saranno regalati simpatici gadget. La festa riserverà anche tante novità, tra cui un divertente spazio ‘trucca bimbi’, una mostra di disegni dei piccoli del Meyer e tanti altri giochi creativi. Quest’anno la festa coinvolge anche i negozianti di quartiere, che hanno deciso di contribuire numerosi alla pesca di beneficenza. La giornata si svolgerà in un locale al chiuso con sbocco sul giardino e quindi avrà luogo anche in caso di maltempo.