martedì, 1 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Qualità & Servizi, la mensa...

Qualità & Servizi, la mensa toscana nella top ten di Foodinsider

La società che gestisce le mense scolastiche della Piana Fiorentina è entrata al nono posto della classifica nazionale stilata da Foodinsider

-

Il servizio di mensa scolastica di Qualità & Servizi è nella top ten dei migliori d’Italia secondo l’osservatorio Foodinsider. Qualità & Servizi, società pubblica che gestisce le mense delle scuole della Piana Fiorentina, sale al nono posto nella classifica nazionale (l’anno scorso era al quindicesimo) e vede così per la prima volta un’azienda toscana entrare nell’ambitissima top ten.

“Questo riconoscimento – ha detto Filippo Fossati, amministratore unico di Qualità & Servizi – è la conferma di un processo di rinnovamento e di riorganizzazione aziendale improntata alla massima efficienza e ricerca della qualità. Un processo che ha coinvolto le maestranze a cui dedichiamo questo riconoscimento. Lo sforzo messo in campo dall’azienda proprio nel momento di maggior crisi del settore è stata la migliore risposta possibile. Investimenti e nuove tecnologie per confermare la nostra volontà di offrire un servizio di ristorazione di eccellenza”.

Qualità & Servizi, ecco come è entrata nella top ten di FoodInsider

Circa cinquanta i menù scolastici presi in esame dall’osservatorio non istituzionale FoodInsider, che vede Qualità & Servizi piazzarsi al nono posto mentre Firenze è scivolata dal 12° al 18°. L’indagine, svolta in collaborazione con Slow Food, valuta l’equilibrio e l’impatto sull’ambiente e si sofferma sullo scenario post-lockdown ovvero su come la pandemia abbia inciso sulla qualità del cibo distribuito.

Da fornitori locali al bio fino a Pappa Express, tutti i plus di Qualità & Servizi

Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa e Calenzano, questi i comuni soci dell’azienda, che usufruiscono della mensa virtuosa, che utilizza prodotti di aziende locali con attenzione al biologico e alla stagionalità. Poco più di due mesi fa, all’indomani della riapertura delle scuole, Qualità e Servizi aveva presentato Pappa Express, uno speciale carrello fatto realizzare appositamente dai vertici della società per sporzionare alimenti caldi e appena preparati direttamente al tavolo dei bambini (all’occorrenza anche in classe) ed evitare le monoporzioni in tempo di Covid19 e di distanziamento obbligato, anche a tavola.

“Al posto dei lunch box che hanno invaso le mense italiane noi abbiamo risposto con il carrello che porta il servizio di ristorazione direttamente nelle classi – ha detto il direttore Antonio Ciappi -, pasti di qualità perfettamente conservati e serviti caldi sul posto. Ma la rivoluzione era già iniziata anni fa – conclude il direttore – con la scelta di privilegiare i fornitori di zona, i prodotti naturali, la stagionalità e la tradizione gastronomica”.

 

 

Ultime notizie

Toscana: quando torna in zona gialla, dal 4 dicembre?

La Toscana torna in zona gialla dal 4 dicembre? Ecco cosa cambia nel granducato a partire da questo fine settimana

I numeri della pandemia: intervista a Fabrizia Mealli

La statistica è la scienza che più di ogni altra poteva aiutare a contenere e prevenire il contagio. Nel diluvio di dati degli ultimi mesi, secondo la professoressa Fabrizia Mealli, c’è però un grosso problema: “Tanti numeri, ma di qualità bassissima. La terza ondata sta arrivando e non abbiamo ancora imparato nulla”

Covid Toscana 1° dicembre, contagi ancora in calo. Ma meno tamponi

I dati dal bollettino della Regione: il coronavirus sembra frenare in Toscana. In diminuzione nuovi contagiati, ricoverati e persone in terapia intensiva

Spostamenti tra comuni con il nuovo Dpcm: novità dopo il 3 dicembre

In via di definizione le regole per gli spostamenti sotto le feste natalizie. Sul tavolo varie ipotesi anche per la circolazione tra comuni vicini in zona arancione e rossa