giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaReggello scalda i motori per...

Reggello scalda i motori per il rally

Il Valdarno scalda i motori. Torna questo weekend il Rally di Reggello. Poco più di 160 km di percorso totale, 77 dei quali di distanza competitiva, punteggiati da 6 prove speciali dislocate nei comuni di Reggello, Figline Valdarno, Incisa e Rignano sull'Arno. Ecco i caratteri di una gara che solo al terzo anno di vita cerca il tanto atteso “salto di qualità”.

-

Il Valdarno scalda i motori. Torna questo weekend il Rally di Reggello. Poco più di 160 km di percorso totale, 77 dei quali di distanza competitiva, punteggiati da 6 prove speciali dislocate nei comuni di Reggello, Figline Valdarno, Incisa e Rignano sull’Arno. Ecco i caratteri di una gara che solo al terzo anno di vita cerca il tanto atteso “salto di qualità”.

AUTO STORICHE IN GARA. Oltre alle vetture moderne, in programma anche una sfida riservata alle vetture storiche, quelle che hanno fatto la storia della specialità.

IL PERCORSO. Sarà, la Pieve di Cascia teatro di partenza ed arrivo dell’appuntamento nazionale. Due i giorni di gara, come si addice alle sfide di alto profilo. Tre le prove speciali diverse che i concorrenti dovranno affrontare, quindi un percorso che pur essendo molto tecnico offre la possibilità di essere provato con la massima facilità, senza perdite di tempo ed anche senza eccessive spese.

SABATO 4. Sabato dalle 10 alle 15 sono previste le verifiche amministrative e tecniche, dalle 13 alle 17 il test delle vetture da gara in località “Leccio”, poi tutti pronti per vedere sventolare la prima bandiera i partenza.

SFIDA IN NOTTURNA. Alle 21.30, da Cascia, la partenza, poi saranno i quindici chilometri della “Reggello” a dare sfogo all’adrenalina, con il fascino dei duelli in notturna, con l’esaltante attesa del rombo dei motori e dei fasci luce dei fari supplementari. Strade in parte già utilizzate nelle due edizioni precedenti, utili nel dare vigore al confronto sul campo ed a completare il primo giorno di gara ci saranno pure i 14.500 chilometri di Figline, su percorsi interamente nuovi. Poco dopo la mezzanotte i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno per uscirvi l’indomani, domenica 5 settembre alle 09.30.

PROVE SPECIALI. Quattro le prove speciali in programma nella giornata conclusiva, decreteranno il vincitore assoluto: “Rignano-Incisa”, da disputarsi per due volte, la quale riporterà in auge percorsi che hanno visto negli anni passati una classica del rallismo toscano, il Rally dell’Impruneta, “Figline” e “Reggello”. La bandiera a scacchi sarà sventolata a partire dalle 15.40, sempre a Cascia.

Ultime notizie