martedì, 16 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaRimborso del biglietto per treno...

Rimborso del biglietto per treno cancellato o in ritardo (Italo e Trenitalia)

La procedura per richiedere i rimborsi o l'indennità a seguito di cancellazioni e ritardi dei treni

-

- Pubblicità -

Restituzione dei soldi se il treno viene cancellato, indennizzo per il ritardo: in tanti si domandano in queste ore come richiedere il rimborso del biglietto di Trenitalia e Italo. È una giornata di caos nelle stazioni, per il deragliamento di un treno merci vicino Firenze Castello, che ha tagliato in due i collegamenti ferroviari tra Nord e Sud. I convogli hanno accumulato anche oltre 4 ore di ritardi, altri sono stati interessati dalla cancellazione del collegamento, altri ancora sono stati deviati su percorsi alternativi.

Come richiedere il rimborso del biglietto a Trenitalia: treno cancellato o rinuncia del viaggio

A seguito dell‘incidente ferroviario a Firenze Castello e dei forti disagi per chi si sposta in treno, Trenitalia ha fatto sapere che in caso di rinuncia al viaggio è possibile richiedere il rimborso integrale del biglietto per la tratta interessata dallo stop (treni regionali, Intercity e Frecciarossa). Lo si può fare attraverso l’app di Trenitalia o sul sito web, se i biglietti sono stati acquistati tramite questi due canali, oppure compilando il modulo online per i rimborsi o l’indennizzo (questo il link diretto), chiamando il call center 89 20 21 (tasto due per il rimborso, numero a pagamento), rivolgendosi alle biglietterie o alle agenzie di viaggio dove si è comprato il titolo di viaggio.

- Pubblicità -

Treno in ritardo: l’indennizzo di Trenitalia

Per quanto riguarda invece i convogli di Trenitalia che viaggiano con un ritardo superiore ai 59 minuti (Frecciarossa, Intercity) viene riconosciuto un indennizzo che varia a seconda del disagio:

  • ritardo tra 60 e 119 minuti – 25% del prezzo del biglietto
  • ritardo di almeno 120 minuti – 50% del prezzo del biglietto

Per i treni regionali, Trenitalia riconosce questo indennizzo in caso di ritardo:

- Pubblicità -
  • ritardo tra 60 e 119 minuti – 25% del prezzo del biglietto (ma solo se l’importo del titolo di viaggio è almeno di 16 euro)
  • ritardo di almeno 120 minuti – 50% del prezzo del biglietto (ma solo se l’importo del titolo di viaggio è almeno di 8 euro)

L’indennizzo per un treno in ritardo si può richiedere entro un anno da quando si è verificato il disservizio (o dalla data di scadenza dell’abbonamento), compilando il modulo online, tramite app o sito se si è comprato il ticket su questi canali (non per i regionali), in biglietteria o nelle agenzie di viaggio. Si può ricevere un bonus per acquistare entro un anno un altro biglietto, il riaccredito della cifra se il pagamento è stato fatto con carta di credito, in contanti solo se si è acquistato il titolo di viaggio in contanti.

Italo, treno in ritardo o cancellato: rimborso del biglietto e indennizzo

Per quanto riguarda l’alta velocità di Italo, è possibile richiedere il rimborso integrale del biglietto se il treno è stato cancellato o se si rinuncia al viaggio prima della partenza, fino al 21 aprile 2023, chiamando il numero di Pronto Italo: 06.07.08. Nel caso in cui invece il treno su cui si era a bordo sia arrivato alla destinazione riportata sul titolo di viaggio con un ritardo superiore a 60 minuti, l’utente riceverà in automatico un indennizzo che viene erogato – spiega Italo – tramite un voucher. Come nel caso di Trenitalia l’indennità è parti al 25% dell’importo biglietto per ritardi tra 60 e 119 minuti, il 50% per ritardi superiori. Per gli iscritti al programma Italo Più, l’indennità viene accreditata automaticamente sul Borsellino Italo. Qui le risposte ai dubbi più comuni.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -