martedì, 1 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Risparmiare energia si può

Risparmiare energia si può

Quali sono le azioni che ogni giorno è possibile adottare per ridurre i consumi di energia, rispettare l'ambiente e risparmiare risorse per le generazioni future? Per rispondere, sono in programma da oggi, fino al 15 maggio, cinque incontri pubblici.

-

L’assessorato ai nuovi stili di vita e consumo critico e alcuni circoli Arci e SMS hanno organizzato, a partire da venerdì 18 aprile e fino al 15 maggio, cinque incontri durante i quali saranno illustrate le buone pratiche che possono incidere sulla riduzione dei consumi energetici sia a livello individuale che a livello collettivo. Dall’efficienza energetica nelle case, alla mobilità sostenibile, agli incentivi pubblici per utilizzare le fonti rinnovabili. Tutti temi che verranno affrontati durante gli incontri. A partire da domani alle 17 alla SMS di Rifredi (via Vittorio Emanuele II) dove si parlerà delle “Nuove tecnologie per l’efficienza energetica negli edifici pubblici e privati”. Durante l’incontro verranno presentati gli interventi di installazione di impianti fotovaltaici che il Comune sta realizzando negli edifici pubblici ma anche la normativa in base alla quale è possibile attuare tale scelta anche per gli edifici privati. Sarà illustrato il progetto di ristrutturazione energetica del complesso ospedaliero di Careggi che produrrà un risparmio di circa 4.000 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) all’anno, corrispondenti ad un risparmio di energie fossili equivalenti del 23,7%.

L’intervento consentirà, inoltre, di evitare l’emissione in atmosfera, in un sito particolarmente sensibile, di 7.000 tonn/annuo di CO2 (biossido di carbonio). Verranno, inoltre, illustrati, a cura del Quartiere 5, alcuni interventi di risparmio energitico realizzati a Firenze in alcune scuole, fra i quali quello effettuato presso la Scuola Cadorna. Interverranno Renato degl’Innocenti di Toscana Energia S.p.a., Matteo Nanni, tecnico del Quartiere 5, Alessio Papini di WWF Firenze, oltre a Cristina Bevilacqua, assessore ai Nuovi Stili di Vita e Consumo Critico del Comune di Firenze.

Il ciclo di incontri è stato presentato stamani dall’assessore ai nuovi stili di vita Cristina Bevilacqua insieme alla presidente provinciale dell’Arci Francesca Chiavacci. “Tanti sono i piccoli gesti quotidiani – ha detto l’assessore Cristina Bevilacqua – che possono consentire un maggiore risparmio energetico: a partire dall’utilizzo delle lampadine a basso consumo fino all’impiego di impianti ad alto risparmio nelle case. Sensibilizzare i cittadini ad evitare sprechi e a risparmiare risorse preziose produce effetti benefici per l’economia e per l’ambinete”. “Gli stili di vita individuali sono importanti ma con questi appuntamenti informativi vogliamo sensibilizzare anche i circoli arci e sms ad un impegno concreto per la riduzione del consumo di energia anche per dare il buon esempio – ha sottolineato Francesca Chiavacci, presidente provinciale arci”. Questo ciclo di incontri si inserisce nell’ambito delle iniziative di cui l’assessorato ai rapporti con i quartieri, nuovi stili di vita e consumo critico si è fatto promotore per la diffusione di stili di vita improntati alla sostenibilità e al risparmio delle risorse, come ad esempio la distribuzione gratuita presso lo Sportello EcoEquo di lampadine a basso consumo.

Agli incontri parteciperanno esperti di diversi enti (Università di Firenze, Ataf, Toscana Energia, Silfi, Enea) ed associazioni ambientaliste fiorentine (WWF, Legambiente, Associazione per lo studio picco di petrolio, FirenzeInBici Onlus, Pop Point of Presence). I circoli Arci coinvolgi sono Andreoni, Isolotto, Porta Romana e le Società di Mutuo Soccorso di Rifredi e Peretola.

“L’illuminazione – ha aggiunto l’assessore Cristina Bevilacqua – costituisce circa il 10 per cento del consumo di elettricità e tanti piccoli accorgimenti come ad esempio spegnere la luce quando si esce da una stanza, usare gli elettrodomestici a pieno carico evitando temperature molto alte, non lasciarli in stand-by, possono consentire ad ogni famiglia un risparmio economico in bolletta, ridurre notevolmente la domanda di energia complessiva e contribuire ad abbassare le emissioni di CO2. Per andare in questa direzione un kit di lampadine a basso consumo e riduttori di flusso è stato inviato a 176.000 famiglie fiorentine con un’iniziativa che Publiacqua Spa ha realizzato insieme al Comune di Firenze”. Per quanto riguarda gli incontri l’appuntamento successivo è mercoledì 23 aprile alle 21 al Circolo di Porta Romana (via del Poggio Imperiale 6) per parlare di risparmio energetico e innovazione tecnologica nell’illuminazione pubblica. E poi il 29 aprile (Sms di Peretola), l’8 maggio (Circolo Isolotto) e il 15 maggio (Circolo Androni), tutti alle ore 21, per affrontare l’efficienza energetica nelle abitazioni, la mobilità sostenibile, gli incentivi pubblici per l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia.

Ultime notizie

Bonus scontrini: come funziona la lotteria e come richiedere il codice

La lotteria degli scontrini spiegata in soldoni: ecco come vincere fino a 5 milioni di euro con i normali acquisti. E l'iniziativa del governo si somma al bonus cashback

F-Light 2020, torna il Firenze Light Festival: ecco le date e le novità

Torna l'appuntamento con F-Light, Firenze Light Festival, kermesse che illumina strade e piazze din vista del Natale: ecco date e novità

Quanti contagiati oggi in Italia: scendono i ricoveri ma aumentano i morti

I dati del 1 dicembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Toscana: quando torna in zona gialla, dal 4 dicembre?

La Toscana torna in zona gialla dal 4 dicembre? Ecco cosa cambia nel granducato a partire da questo fine settimana