domenica, 17 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRoberta Ragusa avvistata in Liguria....

Roberta Ragusa avvistata in Liguria. Acquisite le immagini delle telecamere

Il nuovo avvistamento arriverebbe da Pietra Ligure, in provincia di Savona. La segnalazione sarebbe stata fatta da una donna che ha dichiarato di averla vista in una scuola guida della cittadina. I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere per effettuare gli accertamenti sulla testimonianza. Intanto proseguono le ricerche.

-

I carabinieri di Pisa hanno acquisito le telecamere di sorveglianza della zona in cui si trova la scuola guida in cui sarebbe stata avvistata lo scorso 27 aprile Roberta Ragusa.

L’AVVISTAMENTO. Una donna, lo scorso 27 aprile, avrebbe avvistato Roberta Ragusa in una scuola guida di Pietra Ligure, nel savonese. La testimone ha dichiarato ai carabinieri che la scomparsa sarebbe entrata nel locale per chiedere l’elemosina e si sarebbe messa a leggere uno dei poster affissi al muro della scuola guida. Un particolare che ha colpito la testimone in quanto la Ragusa – se realmente era lei – si sarebbe soffermata proprio su un codice della strada particolarmente complicato e sconosciuto ai più. Inoltre, la donna, con un accento nitidamente toscano, avrebbe riferito alla testimone di essere andata via da casa e sarebbe arrivata nel savonese dopo essere sbarcata a Genova con un traghetto proveniente dalla Sardegna. La donna vivrebbe nei boschi liguri.

LE TELECAMERE. I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere della scuola guida che potrebbero risultare utili all’identificazione della donna segnalata, che potrebbe essere, stando a quanto dichiarato dalla testimone, proprio Roberta Ragusa. Alcune settimane fa erano stati segnalati avvistamenti nel territorio pisano ma senza riscontri positivi. Un’altra testimone: ”Ho visto Roberta, ma era una sosia”. Si tratta di un altro caso di segnalazione errata, o questa volta potrebbe risultare attendibile?. La sfiducia negli amici e nei conoscenti resta però alta, viste le precedenti testimonianze.

LE RICERCHE. Intanto sono proseguite anche ieri, e continueranno nei prossimi giorni, le ricerche di Roberta. Domenica, a quattro mesi dalla scomparsa, un centinaio di carabinieri divisi in otto squadre hanno dato il via alla maxi battuta di ricerca nel territorio circostante casa Logli, ma senza esito. I militari, con un natante, hanno risalito il fiume Morto, fino a pochi chilometri da Gello e hanno perlustrato le sponde del fiume e i terreni nel raggio di 20 km dalla casa della Ragusa.

Ultime notizie