giovedì, 21 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Roberta Ragusa, il web non...

Roberta Ragusa, il web non si arrende: ”Continueremo a chiedere la verità”

Si continua a cercare la donna scomparsa ormai da quasi nove mesi. Su Facebook c'è chi si mobilita con una nuova idea e chi promette: ''Non ci arrenderemo mai, vogliamo trovarla a ogni costo''.

-

 

Dalle indagini non arrivano nuove notizie o sviluppi, ma il popolo del we – quel popolo che da mesi la sta disperatamente cercando – non attende certo con le mani in mano.

QUASI NOVE MESI. Sono passati ormai quasi nove mesi dalla misteriosa scomparsa di Roberta Ragusa, sparita dalla sua casa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio scorsi. Mesi in cui le indagini non si sono mai fermate, le ricerche sono andate avanti, ma ancora resta da capire che fine abbia fatto la donna.

SUL WEB. La domanda che più di ogni altra tiene con il fiato sospeso coloro che la stanno cercando è: Roberta è viva o morta? E’ quello che si chiedono ogni giorno (anche) le migliaia di persone che, attraverso i social network, seguono il caso. Che discutono, si informano, si sfogano e si incoraggiano. Perché nessuno vuole arrendersi, nessuno vuole restare senza una verità, senza la verità, qualunque essa sia.

APPELLI E INIZIATIVE. E allora su Facebook, sui gruppi nati in seguito alla scomparsa di Roberta per tenersi informati e non far finire la vicenda nel dimenticatoio, si continua a “resistere”. Tra appelli e iniziative. Come l’ultima, in ordine di tempo: “Un piccolo gesto che serva a far capire che noi del gruppo ‘Troviamo Roberta Ragusa’ continueremo a chiedere VERITA’! Condividete il messaggio, salvate l’immagine e lasciatela per una settimana come immagine profilo! Se lo facesse almeno la metà di tutti noi sarebbe un gran bel traguardo! Questo è un modo per far capire che ci siamo e che non ci arrendiamo! Condividete!”, chiede uno dei gruppi nati sul social network per cercare la donna scomparsa.

SFOGHI E PROMESSE. E dovunque, su questi gruppi, ancora messaggi di speranza e solidarietà, insieme a qualche inevitabile sfogo. “Più passa il tempo più il pessimismo aumenta… non si sta muovendo niente… niente di niente…”, si lascia andare qualcuno, stanco dopo mesi e mesi di attesa. Ma c’è subito chi risponde e promette:  “Noi non ci arrenderemo mai, vogliamo trovare Roberta a tutti i costi, viva o no, questo gruppo farà di tutto sia per trovare Roberta sia per alzare sempre di più la voce”. Nessun silenzio, insomma, come conferma anche un altro utente: “Non lasceremo mai cadere il silenzio su Roberta Ragusa e sulla sua triste scomparsa. Vogliamo VERITÀ E GIUSTIZIA PER ROBERTA. Non deve finire così senza colpevoli e senza ritrovarla”. Il popolo del web, insomma, continua la sua battaglia.

Leggi anche. Roberta Ragusa, un dipinto per non dimenticare

La richiesta. Roberta Ragusa, ancora un appello: ”Chi sa, parli”

Ultime notizie

Posso tornare a casa dopo le 22? Le regole del Dpcm per il rientro nell’abitazione

Quando è consentito il rientro alla propria abitazione durante il coprifuoco: dopo una cena da amici si può tornare a casa, anche se sono passate le 22 o si rischia una multa?

Decreto ristori 5: quando esce il testo e quando arriva in Gazzetta Ufficiale

Dal bonus per lo sport al superamento dei codici Ateco per il contributo a fondo perduto: quando esce il testo del decreto ristori 5, il primo (e forse l'unico) provvedimento economico Covid che arriva nel 2021

Zona arancione e rossa, visite ai congiunti: si può andare fuori comune?

Si possono vedere i congiunti che abitano in Comuni diversi, se ci si trova in zona arancione o rossa? Le regole per gli spostamenti e le deroghe introdotte dal decreto Covid di gennaio 2021

Toscana, zona gialla fino a quando: rischio arancione nel weekend?

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla e non passerà in arancione: la conferma o meno del colore arriverà alle porte del fine settimana