domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa ruota panoramica a Firenze...

La ruota panoramica a Firenze per Natale 2022 è una possibilità

L'apertura dal sindaco Dario Nardella che la vorrebbe. Per realizzare la ruota panoramica a Firenze in vista del Natale 2022 serve però parlare con la soprintendenza

-

- Pubblicità -

La ruota panoramica a Firenze potrebbe tornare per il Natale 2022, come successo l’anno scorso. Ad ora siamo nel campo della possibilità perché non si conosce il nome del nuovo soprintendente – ed è la soprintendenza che deve il via libera – e quindi non c’è stato un incontro col sindaco Dario Nardella. Lo stesso Nardella però, intervistato da Lady Radio, ha auspicato il ritorno della ruota.

La ruota panoramica a Firenze anche nel 2022: attrazione e più sicurezza

La ruota panoramica a Firenze significa due cose: un’attrazione in più per i turisti in una città che offre tante cose. E una maggior sicurezza per i fiorentini perché è ovvio che in quell’area i margini di manovra di personaggi poco raccomandabili sono minimi, visto che ci sono luci e la polizia municipale a presidiare il territorio. L’anno scorso la ruota panoramica era stata inserita nella zona della Fortezza da Basso, vedremo se anche per questo Natale sarà uguale. Di certo la situazione era migliorata: tra attrazioni e telecamere (solo alle Cascine ne arriveranno altre 40 in modo da potenziare al massimo la sorveglianza), Firenze vuole dare l’immagine di sicurezza.

Le dichiarazioni di Nardella

- Pubblicità -

Il sindaco Nardella ha aperto alla ruota panoramica: è sempre stato favorevole a questo progetto. E se prima era stato ostacolato, anche dalla soprintendenza (i rapporti con l’ex soprintendente Pessina non erano eccezionali), adesso il primo cittadino si augura che “ci sia la disponibilità della nuova soprintendenza”. La ruota, ha spiegato Nardella, è stata una risposta ai problemi di sicurezza e di degrado di quella zona. “Non bastano – ha spiegato – solo le forze dell’ordine per combattere sicurezza e degrado ma occorre popolare i luoghi pubblici, farli vivere”. Il sindaco di Firenze ha detto che, appena ci sarà il nuovo soprintendente, chiederà subito un incontro anche perché le questioni sul tavolo sono tantissime.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -