E’ il momento dei saldi. Degli “affari” per chi vende e chi compra, ma attenti: come sempre, infatti, potrebbero non mancare le fregature. Confconsumatori Toscana ha elaborato un decalogo “antitruffa” per la tutela dei consumatori, che potranno così riconoscere le vere occasioni nella “giungla” degli sconti, in programma da oggi e per i prossimi due mesi.

Innanzitutto le merci in vendita devono esporre il cartellino con il prezzo originale, la percentuale di sconto e il prezzo finale scontato in modo da essere chiare e trasparenti; inoltre i prodotti in saldo devono essere esposti separatamente da quelli a prezzo pieno.

E’ importante anche conservare sempre lo scontrino fiscale degli acquisti fatti durante i saldi, perchè i negozianti sono comunque tenuti a cambiare capi difettosi, nonchè ad accettare pagamenti con carte di credito. In particolare bisogna fare attenzione a quelle che passano per occasioni irripetibili e non farsi abbindolare da eventuali sconti superiori al 50% che potrebbero nascondere fregature o merce dell’anno passato.

L’ideale sarebbe fare un giro di ispezione tra i negozi prima che comincino le svendite così da poter verificare che ci siano stati veramente i ribassi sul cartellino. Se si dovessero incontrare anomalie o problemi è opportuno fare le dovute segnalazioni ai vigili urbani o a un’associazione di consumatori.