Salvini a Firenze

Salvini a Firenze questa mattina per tenere un comizio elettorale a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Ubaldo Bocci alle elezioni comunali 2019. L’incontro si è svolto al Galluzzo. Non in piazza Don Pietro Puliti come inizialmente previsto. Bensì, vista la pioggia, all’interno di una struttura della Polisportiva Galluzzo. Circa 150 i presenti.

Salvini a Firenze: tasse, droga e castrazione chimica

Tasse, droga e castrazione chimica “per pedofili e stupratori”. È ancora il tema della sicurezza al centro del discorso del vicepremier. “I reati in Italia sono in calo di più del 10%” nel 2019, ha detto Salvini dal palco citando i rapporti delle forze dell’ordine. E questo “non grazie al ministro, ma grazie alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine”.

Salvini ha anche invocato una legge severa contro la droga. “Farò di tutto per approvare legge per la galera certa a chiunque spacci”, ha detto. “Per me è semplice, ti becco con la droga in mano e ti metto in galera. Punto”.

Salvini: test antidroga ai parlamentari

“Sto approfondendo – ha aggiunto – se è nelle facoltà del ministero dell’interno fare dei test antidroga ai parlamentari prima che entrino in parlamento. Per vedere se arrivano a lavorare lucidi o se hanno fatto nottata”. Questa la proposta avanzata da Salvini a Firenze.

Salvini al Galluzzo, il caso Siri

Salvini ha fatto riferimento anche al caso di Armando Siri, sottosegretario ai Trasporti e consigliere economico del vicepremier indagato per corruzione, di cui il governo ha chiesto le dimissioni. “Io sono abituato a non abbandonare mai gli uomini con cui si è fatto un pezzo di strada insieme” ha detto il leader della Lega. “Questo vale a livello locale come a livello nazionale”.

Salvini a Firenze: “Ridurre tasse è emergenza nazionale”

Sulle critiche che degli alleati di governo del Movimento 5 Stelle: “Non le ascolto. Gli amici dei Cinque Stelle ci aiutassero a cambiare questo paese invece che passare le giornate a insultare me, la Lega e i leghisti”. “Il presidente Conte avrebbe detto che ridurre le tasse non un’urgenza, si può fare più avanti. No caro amico: ridurre le tasse è l’emergenza nazionale di questo paese. Perché o si riducono le tasse alle imprese e alle famiglie o l’Italia è ferma”.

Salvini al Galluzzo per Bocci

Pochi i riferimenti di Salvini al candidato a Firenze Ubaldo Bocci e nessuna interazione diretta tra i due, presenti sullo stesso palco insieme alla segretaria regionale della Lega Susanna Ceccardi. Salvini arrivava a Firenze dopo un tour nei comuni toscani al voto che ieri ha fatto tappa anche a Scandicci. Avrebbe dovuto essere in città già da ieri sera, ospite della cena elettorale a sostegno di Bocci che è stata poi annullata.

“C’è un Comune in cui spero, anzi sono sicuro, che con Bocci sindaco si lavorerà grazie al merito”, ha detto Salvini. “Non ci saranno più fiorentini di Serie A e fiorentini di Serie B. Ci sarà una splendida di comunità che però non deve vivere solo di passato“.

L’appello finale è tutto per le elezioni europee: “Dateci il mandato di essere il primo partito italiano in Europa. Mandateci in Europa a fare la rivoluzione del buon senso, a cambiare tutte le regole che questi burocrati si sono inventati per fregare l’Italia e gli italiani”.

Salvini a Firenze, la contestazione

Ad accogliere l’arrivo di Salvini a Firenze anche uno striscione di contestazione con scritto “Galluzzo antirazzista e antifascista”. Presenti sul posto anche qualche decina di manifestanti.