lunedì, 21 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Scattata la Leopolda 2012. Con...

Scattata la Leopolda 2012. Con vista sulle primarie / FOTO

E' partita ''Viva l'Italia viva - Il meglio deve ancora venire''. Sul palco nella prima giornata Ichino, Realacci e Serra. Renzi: ''I sondaggi vanno molto bene''. Stasera si replica, sabato gran finale con l'intervento del sindaco.

-

E’ scattata l’edizione 2012 della Leopolda. “Viva l’Italia viva – il Meglio deve ancora venire”: questo il titolo per la terza edizione della kermesse fiorentina, che andrà avanti fino a sabato, quando chiuderà i lavori l’intervento di Matteo Renzi. Un’edizione particolare, che arriva a poco più di una settimana dal gran giorno delle primarie del centrosinistra.

SUL PALCO. Sul palco, nella prima giornata, sono saliti tra gli altri Pietro Ichino, Ermete Realacci e Davide Serra. Tante le persone presenti in sala, tanti gli applausi per gli interventi. “Abbiamo bisogno di una sinistra che sappia attirare il meglio dell’economia mondiale nel nostro Paese”, dice Ichino. E giù applausi. Apprezzamenti per le sue parole anche da Renzi: “Tanta gente, che emozione! Alla stazione Leopolda per ripartire verso gli ultimi dieci giorni della campagna elettorale. C’è più sinistra nell’intervento di stasera di Ichino che in dieci anni di chiacchiere ideologiche di alcuni dirigenti del nostro partito…”, commenta il sindaco-candidato su Facebook.

REALACCI. “In questa crisi non ce la possiamo fare se non affianchiamo al contrasto alla crisi un’azione volta a fare i conti con il mondo che cambia e con le sfide ambientali”, dice Realacci, che poi – dal palco di una città che ancora non ha dimenticato quelle parole (peraltro poi smentite, ndr) non risparmia una stoccata a Marchionne: “Una persona che pensa che Firenze sia piccola e povera non farà mai una bella macchina in Italia…”.

GIOVANI E STRANIERI. Sul palco non soltanto volti noti: salgono anche un 16enne deluso per non poter votare alle primarie e una giovane straniera che alle politiche non potrà votare perché, nonostante abiti qua e sia sposata con un italiano, non ha la cittadinanza. “Ma il 25 – annuncia – andrò a votare alle primarie e invito tutti gli stranieri ad andarci, per far vedere quanta voglia di partecipazione abbiamo”.

LE IMMAGINI:

{phocagallery view=category|categoryid=504|limitstart=0|limitcount=0}

 

RENZI. “Tra dieci giorni scatta l’ora X delle primarie del centrosinistra. Cresce l’attesa e l’attenzione. Stanno aumentando in modo significativo i contatti e le richieste di partecipazione via internet e non solo. E’ meraviglioso vedere quanta gente stia recuperando interesse per la discussione, la cosa pubblica, la politica. Se penso a come eravamo partiti per la Leopolda di due anni fa, al Big Bang dello scorso anno e a questa edizione di Viva l’Italia Viva mi rendo conto che il cambiamento non è mai stato così vicino. Sinceramente mi viene un groppo alla gola quando penso che tutto quello di cui abbiamo parlato, tutto quello su cui abbiamo sognato, stavolta è a portata di mano. Dipende da noi, solo da noi”, scrive Renzi nella sua e-news. “Lo dico a tutti quelli che criticano a prescindere – aggiunge – arrendetevi alla realtà, arrendetevi alla speranza! La Leopolda non è mai contro qualcuno, ma è per raccontare un’idea diversa d’Italia. Se vi va bene il sistema usato sicuro, ok, scegliete l’usato sicuro. Ma se volete scartare e cambiare passo, se volete inventare il futuro anziché aspettarlo, dateci una mano. Adesso tocca a noi”.

IL PROGRAMMA. La Leopolda prosegue anche oggi (dalle 18 alle 23) per chiudersi poi sabato 17, con l’intervento di Matteo Renzi.

Verso il 25 novembre: Primarie, 160 seggi elettorali tra Firenze e provincia: le ”istruzioni” e dove andare

Ultime notizie

Giani e i risultati delle regionali: “Ha vinto la Toscana”

Un discorso con al centro la Toscana: Giani sceglie di parlare soprattutto della sua regione, con pochi riferimenti alla politica nazionale. "Sarò sindaco tra i sindaci", dice il candidato del centrosinistra

Referendum 2020: affluenza alle urne ore 15, percentuale definitiva votanti

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari. Dove si è votato di più e dove di meno

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza definitiva al 62,61%

I dati definitivi sull'affluenza alle urne per le elezioni regionali 2020 della Toscana. In corso lo spoglio

Exit poll, regionali Toscana: Eugenio Giani in vantaggio

Grande attesa per i primi sondaggi sulle tendenze di voto: chi tra i 7 candidati diventerà presidente dalla Regione?