venerdì, 25 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Scritta con falce e martello...

Scritta con falce e martello accanto alla Cisl di Firenze

Ritrovata nella mattinata di oggi, martedì 13 novembre, una scritta sull'edificio accanto alla sede della CISL Firenze. La risposta del sindacato.

-

“Chi concerta è complice”.

LA SCRITTA. Ecco la scritta con inchiostro rosso e affiancata da falce e martello, tracciata nella notte sulla facciata del palazzo a fianco dell’ingresso della sede provinciale Cisl di Firenze, in via Carlo Del Prete 135. La scritta è stata scoperta questa mattina all’apertura della sede. La sede Cisl di Firenze era già stata imbrattata con vernice rossa nel gennaio 2011.

PISTONINA. “Ancora uno sfregio alla nostra sede, con una scritta che evoca fantasmi del passato” commenta il segretario generale della Cisl fiorentina, Roberto Pistonina. “E’ il prevalere della logica del non ascolto, della contrapposizione e dello scontro. Una logica che rifiutiamo con tutta la forza possibile. Non capire o non voler capire che un sindacato, una forza sociale come la Cisl è elemento di democrazia e sostegno e difesa dei lavoratori e delle fasce più deboli è segno di miopia o malafede politica.”

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin