domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaCandidati alla segreteria Pd, cosa...

Candidati alla segreteria Pd, cosa farà Nardella?

Stefano Bonaccini ha molti 'sponsor', come il governatore toscano Eugenio Giani. Il sindaco di Firenze non ha ancora deciso se candidarsi alla segreteria Pd

-

- Pubblicità -

La corsa dei candidati alla segreteria Pd è più che mai aperta e tutti guardano a Firenze, per cercare di capire cosa farà il sindaco Dario Nardella. L’intenzione del primo cittadino mai comunicata ufficialmente ma anche mai nascosta ufficialmente è quella di candidarsi. Col passare dei giorni però le difficoltà si sono viste: prima i sondaggi (alcuni lo danno intorno al 2,5% ma sono pur sempre sondaggi), poi i rapporti con la parte del Pd che sostiene il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini e chi gli consiglia di lasciar perdere.

Chi sostiene Bonaccini

D’altronde sono in diversi a sostenere Bonaccini. Tra questi c’è il governatore toscano Eugenio Giani. Che è stato chiaro: “Un partito oggi deve avere contenuti e leadership, e Bonaccini mi sembra la persona giusta”, ha spiegato, dando poi un consiglio a Nardella. Secondo il governatore toscano, anche Dario Nardella dovrebbe sostenere Bonaccini, “interrompendo” la sua stessa corsa. Anche il presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo si è allineato, sostenendo che Nardella dovrebbe fare un passo indietro sulla corsa alla segreteria Pd.

Candidati alla segreteria Pd (e come sindaco di Firenze): gli scenari

- Pubblicità -

Nardella si trova di fronte a tre scenari: candidarsi in prima persona, adesione alla causa di Bonaccini o ribaltone in appoggio a Elly Schlein. Da qui al 19 febbraio per la segreteria Pd tutto può succedere ma è ovvio che in questi giorni le decisioni saranno prese sul fronte dei candidati. Il “partito” di Bonaccini comprende anche nomi come la segretaria regionale del Pd Simona Bonafè e il sindaco di Empoli Brenda Barnini. Nardella può contare sull’appoggio di diversi sindaci, come quello di Bologna Matteo Lepore, ma anche su alcuni dei suoi fedelissimi, come il deputato Pd Federico Gianassi. Tra l’altro sullo stesso Gianassi c’è chi pensa che, in caso di rinuncia di Nardella alla segreteria Pd, potrebbe fare staffetta con Nardella: Gianassi a Firenze come candidato sindaco e Nardella a Roma.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -