venerdì, 25 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Semestre nero per l'artigianato toscano

Semestre nero per l’artigianato toscano

Semestre nero per l'artigianato toscano

-

La difficile congiuntura non risparmia territori e settori, tuttavia cresce la quota di imprese che hanno aumentato la spesa per investimenti (18,2% contro 16,3% del I semestre 2007). Poco incoraggianti invece le aspettative per la seconda parte dell’anno.

La nota arriva dall’indagine congiunturale – periodo gennaio-giugno 2008 – dell’Osservatorio Regionale Toscano sull’Artigianato – realizzata da Unioncamere Toscana con Regione Toscana, le federazioni regionali di CNA e Confartigianato Imprese, le sigle sindacali CGIL, CISL e UIL e con il supporto tecnico di IRPET.

Salvo la cantieristica, sono tutte negative le variazioni del fatturato per un valore medio del -8,3%, il peggior risultato dal I semestre 2003. Tra i settori, va male soprattutto il sistema dei servizi (-10,4%), con flessioni del 12,6% per i trasporti, e del 7,9% per i servizi alle imprese. Perdite consistenti anche tra l’edilizia (-8,2%), sofferente soprattutto nei lavori edili di completamento (-13,4%). Nel manifatturiero (-7,9%) è grave la situazione del sistema moda (-11,2%). In particolare, peggiorano maglieria (-14,5%), concia (-13,8%) e calzature (-12,2%). Tra le altre manifatture (-8,0%), si hanno perdite rilevanti nell’oreficeria (-12,6%), nel legno-mobili (-11,3%) e nell’alimentare (-6,7%). Più contenute le riduzioni della metalmeccanica (-3,2%) per le flessioni che hanno interessato i prodotti in metallo (-3,2%) e la meccanica in senso stretto (-4,8%). Bene invece la cantieristica (+2,3%).
A livello provinciale, sono sotto la media regionale: Prato (-11,1%), Siena (-10,1%), Pisa ed Arezzo (entrambe -8,8%), Massa-Carrara (-8,7%) e Firenze (-8,5%). Valori negativi nei fatturati di Livorno (-7,4%), Pistoia (-6,7%), Lucca (-6,4%) e Grosseto (-6,3%).

Prosegue la fase critica dei distretti manifatturieri toscani (-12,1% il fatturato del complesso delle specializzazioni distrettuali) con punte nei distretti: pelli-calzature di Castelfiorentino (-16,7%), concia di S.Croce (-14,0%), tessile-abbigliamento di Prato (-13,0%) e orafo di Arezzo (-12,9%).
La dinamica del fatturato evidenzia come a soffrire siano, soprattutto, le imprese più piccole (1-3 addetti, – 12,2%; 4-5 addetti – 10,0%); anche se non risparmia la categoria 6-9 addetti (-8,0%), e le imprese artigiane più strutturate (con oltre 9 addetti) con perdita, però, di “solo” il 5,5% del volume d’affari.

Tra le micro-imprese, soffre il manifatturiero (-13,3%). Tra le grandi, arretrano i servizi (-10,4%). Mediamente migliori, negli altri comparti, le evoluzioni della classe con oltre 9 addetti dove il fatturato aumenta nella cantieristica (+5,6%), nella carta-editoria (+2,3%) e nelle manifatture varie (+1,2%).

Nel I semestre 2008, calano dello 0,3% gli addetti alle imprese artigiane, pari a meno 1.065 unità rispetto a fine 2007. Flette, in particolare, l’edilizia (-1,4%), mentre il manifatturiero perde solo uno 0,4%. Avanzano dell’1,7% i servizi. La dinamica occupazionale continua a tenere soltanto nella piccola impresa di 1-5 addetti (+0,3%, pari a +530 unità), mentre quelle con più di 6 addetti segnano un -1,0%. Flettono, nel semestre, sia i lavoratori indipendenti (-0,5%) che i dipendenti (-0,1%), questi ultimi a causa di una riduzione dei lavoratori a tempo pieno (-0,8%) mentre aumentano i dipendenti a tempo parziale (+6,6%).

Nelle province, l’occupazione artigiana scende a Massa-Carrara (-2,6%), Siena (-2,5%), Pistoia (-1,3%). Aumenta a Prato (+3,3%), Lucca (+1,1%), Livorno (+0,7%). I settori di specializzazione produttiva dei distretti manifatturieri registrano una diminuzione marcata nella concia di S.Croce (-4,2%), nell’orafo di Arezzo (-2,2%) e nel pelli-calzature di Castelfiorentino (-2,0%). Recuperano il tessile-abbigliamento di Prato (+3,6%) e l’abbigliamento del Casentino (+2,9%).

Ultime notizie

Smart working: cosa cambia dopo il 15 ottobre (senza la proroga)

Le regole per il lavoro agile nel settore privato e quelle per i genitori con meno di 14 anni

Torna La rondine di Puccini al Teatro del Maggio Fiorentino

La stagione lirica del teatro fiorentino continua, dopo il successo del Rinaldo, con "La Rondine" di Giacomo Puccini

Maglieria uomo, tutte le novità per l’autunno

È arrivato il momento del cambio di stagione: i consigli su come "rinfrescare" il proprio guardaroba

Firenze Marathon 2020 annullata, la maratona torna nel 2021

Quando si terrà la 37esima edizione della gara e cosa succede per chi ha già fatto l'iscrizione