giovedì, 8 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaSi chiude la festa democratica....

Si chiude la festa democratica. 150mila persone e bilancio in attivo

Dopo venti giorni di dibattiti e concerti si è chiusa la festa democratica 2011. Centocinquantamila persone, 500 volontari e un bilancio in attivo per la prima volta dopo tre anni.

-

- Pubblicità -

Arrivederci al prossimo anno.

IL BILANCIO. Si è chiusa con circa 150mila presenze totali, 16mila spettatori soltanto per gli incontri con i big della politica e dell’informazione e 250 volontari ogni sera l’edizione 2011 della festa democratica. Festa che si è chiusa ieri sera al parco delle Cascine dopo 20 giorni di dibattiti e concerti. Tre settimane intense durante le quali si sono svolti 100 iniziative (ogni giorno il primo dibattito era in programma alle 18, orario di apertura della Festa, e l’ultimo alle 21 sul palco centrale) e 20 spettacoli, tutti ospitati nello spazio dei Giovani Democratici. Cinquecento i volontari impegnati nell’arco di questi 20 giorni, circa 250 ogni sera.

- Pubblicità -

LE PRESENZE. E’ difficile – spiega l’organizzazione – fare un calcolo preciso delle persone che sono passate dalla Festa dal 24 agosto a ieri, ma considerando le consumazioni e i coperti agli stand gestiti dal PD si stimano 150mila presenze totali. Alle iniziative clou, quelle ospitate sul palco centrale a partire dalle 21 e a cui hanno partecipato i dirigenti nazionali del PD e i protagonisti del mondo dell’informazione, hanno assistito complessivamente 16mila persone.

PARTECIPAZIONE. “Per il PD metropolitano si tratta della prima Festa, dopo tre anni, che chiude con un bilancio finanziario in attivo”, dice il segretario Patrizio Mecacci che ieri sera, prima dell’incontro con il presidente della Regione Enrico Rossi e il segretario regionale del PD Andrea Manciulli, ha ringraziato pubblicamente tutti i volontari. “Ma c’è un altro dato che ci rende davvero felici, la partecipazione. Sia quella dei fiorentini, perchè la Festa l’avevamo pensata ed è stata uno spazio per la città e per tutti i cittadini dell’area fiorentina – spiega Mecacci – sia quella degli iscritti al PD, perchè per la prima volta dopo molti anni alla Festa erano presenti tutte le Unioni comunali della provincia di Firenze. Nonostante le note difficoltà finanziarie – conclude il segretario – il PD metropolitano di Firenze è in piedi e cammina a passo spedito, grazie alle tante persone che dedicano una parte importante del loro tempo all’impegno politico senza chiedere in cambio nulla, se non la possibilità di partecipare e di dire la propria”.

- Pubblicità -

Rubano carne e bottiglie alla festa democratica: arrestati

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -