lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSicurezza in treno, c'è l'accordo

Sicurezza in treno, c’è l’accordo

E’ stato rinnovato fino alla fine del 2011 l’accordo tra le FS e le forze dell’ordine per garantire la sicurezza in treno in Toscana: la convenzione è stata firmata con Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Forestale e Polizia Penitenziaria.

-

E’ stato dunque rinnovato fino alla fine del 2011 l’accordo tra le FS e le forze dell’ordine per garantire la sicurezza in treno.

Firmatari della convenzione, dettata dalla volontà di garantire un viaggio sereno a tutti coloro che scelgono il treno per spostarsi, sono la direzione regionale Toscana di Trenitalia, la Polizia di Stato, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Guardia Forestale e la Polizia Penitenziaria.

La collaborazione tra il Gruppo FS e le forze dell’ordine, in Toscana, va avanti dal 2005. Oltre che funzionare come deterrente per i malintenzionati, la presenza a bordo di agenti, in borghese o in divisa, è di supporto al capo treno e di oggettiva utilità per la sicurezza e serenità dei viaggiatori.

In caso di necessità, infatti, è possibile intervenire immediatamente, senza dover fermare il treno o obbligare i viaggiatori a lunghe attese in stazione.


Ultime notizie