Continua, dunque, la lotta all’alta velocità sulle strade cittadine. Gli agenti del reparto Pronto Intervento della polizia municipale, negli ultimi giorni, hanno effettuato verifiche sul rispetto dei limiti di velocità utilizzando il telelaser. I controlli sono stati effettuati sui viali e sulle strade di scorrimento dove i cittadini avevano in passato segnalato comportamenti scorretti da parte degli automobilisti: tra questi il posto di controllo in viale Galileo, dove erano arrivate molte segnalazioni. Numerosi i veicoli controllati: fra questi, anche diversi ciclomotori.

In totale sono state rilevate 12 infrazioni, di cui 8 per eccesso di velocità. Tre le patenti ritirate ad altrettanti conducenti che avevano superato il limite di velocità di oltre 40 chilometri all’ora. Gli agenti hanno poi sottoposto a fermo amministrativo un ciclomotore perché il conducente, un peruviano di 26 anni, era privo di patentino e di copertura assicurativa. Tra l’altro, quando è stato fermato, l’uomo trasportava sul mezzo la moglie e in mezzo tra i due la figlia nata da poco più di un mese. Infine gli agenti hanno ritirato una carta di circolazione per omessa revisione.

Le violazioni per eccesso di velocità sono state tutte immediatamente contestate: i posti di controllo erano infatti segnalati con l’apposito cartello stradale così come previsto dal codice della strada (articolo 142). Ai dieci conducente sanzionati sono stati effettuati anche i controlli per verificare lo stato di ebbrezza: ma i pretest “Alcoquant” effettuati sono tutti risultati negativi.