I poeti hanno tempo fino al 31 marzo per far avere i loro lavori all’Accademia che ha sede nel Comune di Terranuova Bracciolini ed è presieduta da David Riondino (il bando è scaricabile dal sito www.accademiadellottava.it).

 
Giunto alla seconda edizione “Ottottave” intende diventare un appuntamento fisso nel panorama letterario toscano, e non solo, per contribuire a conservare, diffondere ed elaborare “una così importante tradizione culturale che – ricorda l’assessore regionale alla cultura, Paolo Cocchi – nasce dal popolo con l’intento di nobilitare, tramite l’improvvisazione poetica, il racconto della epicità del quotidiano ed ha raggiunto vette altissime con autori come Boccaccio, Ariosto, Pulci, Tasso, Poliziano”.

Aperto a tutti e gratuito, al concorso si concorre con una composizione inedita, di otto ottave, sul tema assegnato dalla giuria. Obiettivo è “la riscoperta e la valorizzazione dell’ottava rima nelle sue componenti di ritmo, rima e armonia”.

Il concorso è promosso dai Comuni di Terranuova Bracciolini e Scansano con l’associazione culturale “Giano”, LIPE e il “Cantiere Bruscello” di Castelnuovo Berardenga.

“Ogni ottava – si legge nel regolamento – è intesa come metro poetico italiano, utilizzato dagli improvvisatori, formato da otto endecasillabi con rime alternate per i primi sei versi e baciate per gli ultimi due”.