E’ arrivato Sirio. Lungo 32 metri, per 2,4 di larghezza e 3,3 di altezza, con le sue cinque carrozze capaci di portare più di 200 persone e i suoi colori grigio argento e rosso. Sirio è il primo tram di Firenze. E’ uscito dalle officine della Breda Ansaldo di Pistoia per fare bella mostra di sé alla Fiera di Scandicci che aprirà i battenti sabato 4 ottobre.

Imballato e caricato su un tir lungo 45 metri, accompagnato dalla Polstrada, ha percorso nella prima serata di ieri l’A1 per arrivare attorno alle 21,30 al casello di Scandicci e poi entrare in città.

Stamani, con l’aiuto di una gru, è stato messo sui binari dove presto prenderà servizio per i trasportare i passeggeri della Linea 1, da Scandicci a Santa Maria Novella.

La Fiera di Scandicci sarà la prima occasione anche per i fiorentini, che hanno visto per ora solo un modellino in piazza della Repubblica, per conoscere il nuovo tram.

Al termine della Fiera, però, il tram tornerà indietro per finire il collaudo. Al posto di Sirio, a metà ottobre arriverà il vero Numero 1 della serie e allora sarà il battesimo in viaggio sui binari.

Entro il 31 dicembre, data ipotizzata per la fine dei lavori di struttura della linea 1, arriveranno anche i primi cinque tram. A febbraio dovrebbero terminare i lavori tecnologici e il 15 o 16 marzo si vedrà il primo tram sbarcare alla stazione di Santa Maria Novella, ovvero compiere tutto il suo percorso. 

Dopo i collaudi necessari, se tutto procede secondo i piani stabiliti, da luglio il tram potrebbe cominciare a trasportare i passeggeri in giro per Firenze. (Nella foto il vicesindaco di Scandicci Simone Gheri)