giovedì, 3 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Spaccarotella chiede perdono

Spaccarotella chiede perdono

-

“Ai familiari di Gabriele chiedo perdono, ma non trovo le parole”. Così l’agente di polizia Luigi Spaccarotella parla prima volta della tragedia che lo ha coinvolto l’11 novembre 2007 nell’area di servizio di Badia al Pino e che ha visto la morte del giovane tifoso laziale Gabriele Sandri.

“Ho ucciso il loro figlio – prosegue l’agente di polizia – vorrei incontrarli ma non sarebbe facile. Quel maledetto giorno, racconta, e’ morta una parte di me”.

Spaccarotella prova a dare una spiegazione a quanto accaduto quasi un anno fa:”Correvo, il colpo e’ partito accidentalmente poi e’ stato deviato.Non ho mirato all’auto.Voglio pagare per quel che ho fatto, ma pensare che sia stato un omicidio volontario e’ troppo”.

 

 

 

Ultime notizie

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi

Spostamenti tra comuni, il nuovo Dpcm di Natale: stop dopo il 3 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza

Spostamenti tra regioni, il decreto Natale in Gazzetta Ufficiale

Arriva la firma sul cosiddetto decreto Natale: il testo definitivo del decreto legge 2 dicembre che regola gli spostamenti...

Covid Toscana, salgono i casi: il bollettino del 3 dicembre

I dati dal bollettino della Regione sui contagi di Covid in Toscana al 3 dicembre 2020: nuovi casi, andamento e punto della situazione