- Pubblicità -
Home Sezioni Cronaca & Politica Spegnimento riscaldamento 2024: quando lo stop ai termosifoni

Spegnimento riscaldamento 2024: quando lo stop ai termosifoni

- Pubblicità -
Riscaldamento termosifoni quando spegnere data spegnimento

Tra Pasqua e metà aprile i termosifoni si spegneranno in gran parte d'Italia. Le regole 2024 sul periodo di accensione degli impianti di riscaldamento

- Pubblicità -

Ultimi giorni di accensione dei termosifoni in buona parte di Italia: con le temperature miti della primavera 2024 in molti si chiedono quale sia la data di spegnimento dell’impianto di riscaldamento privato, da Milano a Roma fino a Firenze. In alcune zone climatiche, quelle più calde, come le isole del Sud, la “chiusura” è già scattata. Dopo il cambiamento delle regole per il caro energia, tutto è tornato come prima. Ecco quindi quando si spengono i termosifoni nel 2024.

Quando lo spegnimento dei termosifoni: le date 2024

La data di spegnimento del riscaldamento domestico dipende, anche in questo 2024, dalla zona climatica di appartenenza. Anche una singola regione o una singola città possono essere divise in diverse zone, in base alle temperature medie che si registrano nelle differenti località. Si tratta di una classificazione che va dalla zona climatica A, la più “calda”, alla F, la più fredda.

- Pubblicità -

Vediamo allora quando spegnere i termosifoni durante la primavera 2024, data per data, zona climatica per zona climatica:

  • Zona climatica A – nell’area più calda del paese la chiusura del periodo di accensione degli impianti di riscaldamento è stato fissato al 15 marzo 2024
    Questa zona comprende le aree d’Italia dove il clima è più mite come le isole di Linosa e Lampedusa e Porto Empedocle.
  • Zona climatica B – caloriferi accesi fino a Pasqua (domenica 31 marzo 2024), per un massimo di 8 ore al giorno.
    In questa zona sono incluse le province di Agrigento, Catania, Crotone, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa e Trapani.
  • Zona climatica C – ecco quando spegnere il riscaldamento: a Pasqua (domenica 31 marzo 2024). I termosifoni possono essere attivi, ogni giorno, fino a 10 ore.
    La zona include la fascia adriatica nord e le province di Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari e Taranto.
  • Zona climatica D – la data di spegnimento del riscaldamento è fissata a lunedì 15 aprile 2024, con un orario massimo di funzionamento dei termosifoni che non può superare le 12 ore al giorno.
    Tra le città incluse in questa zona: Avellino, Ancona, Ascoli Piceno, Caltanissetta, Chieti, Forlì, Firenze, Genova, Grosseto, Isernia, Livorno, Lucca, Macerata, Massa Carrara, Foggia, Matera, Nuoro, Pesaro, Pisa, Pistoia, Prato, Pescara, Siena, Terni, Teramo, Vibo Valentia e Viterbo
  • Zona climatica E – i termosifoni possono stare accesi fino al lunedì 15 aprile 2024, per un periodo di massimo 14 ore al giorno.
    Tra le città incluse in questa zona: Alessandria, Aosta, Asti, Bergamo, Biella, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Varese, Verbania, Vercelli e Bologna, Bolzano, Ferrara, Gorizia, Modena, Parma, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e Rovigo, Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza, Arezzo, Perugia, Frosinone, Rieti, Campobasso, Enna, L’Aquila e Potenza.
  • Zona F per il periodo di accensione dei termosifoni non sono previste limitazioni
    Comuni montani

Attenzione però: bisogna sempre controllare il calendario sul sito ufficiale del proprio Comune. Le singole amministrazioni, tramite ordinanze ad hoc, possono infatti prevedere variazioni al periodo ufficiale. A Milano ad esempio il sindaco Beppe Sala ha fissato con un’ordinanza lo spegnimento dei termosifoni all’8 aprile 2024 (invece che il 15 aprile), stessa data anche a Torino, mentre a Roma la “chiusura” del periodo di funzionamento dei termosifoni è stata fissata in anticipo al 7 aprile sempre con un provvedimento del Comune. A Firenze il Comune ha confermato le date nazionali, con l’accensione consentita fino al 15 aprile.

Gli orari di funzionamento dei termosifoni

- Pubblicità -

Rispettando il numero massimo di ore di accensione, l’impianto di riscaldamento può essere attivo nel periodo compreso tra le ore 5 e le 23, con una temperatura massima degli ambienti di 20 gradi (con un margine di tolleranza di 2 gradi in più). Per gli edifici che ospitano attività artigianali e industriali il tetto massimo è di 18 gradi, sempre con un margine di tolleranza di 2 gradi in più. Previste deroghe per ospedali e industrie con esigenze specifiche.

- Pubblicità -