sabato, 13 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaAccensione riscaldamento Firenze 2023: ecco...

Accensione riscaldamento Firenze 2023: ecco quando

Date, orario e temperatura: il calendario dell'accensione dei termosifoni a Firenze e nei comuni limitrofi. Quando si possono attivare in anticipo?

-

- Pubblicità -

Per l’accensione del riscaldamento a Firenze in questo 2023 si torna alle origini: dopo le regole straordinarie dell’anno scorso per il caro-gas, la normativa di riferimento è quella consueta. Date, fasce orarie di funzionamento e durata dell’attività degli impianti termici sono infatti fissati per legge in base alla zona climatica dove si trova il comune di residenza. È infatti la collocazione geografica a influire su quando si accendono (e spengono) i termosifoni. Per questo il calendario non è lo stesso per tutta la Toscana, ma differisce dalla montagna, alla costa, fino alle aree interne della regione.

Qual è la zona climatica di Firenze?

Per quanto riguarda il periodo e l’orario di accensione degli impianti di riscaldamento le regole sono stabilite dalla normativa nazionale, che divide l’Italia in fasce climatiche, dalla lettera F (la più fredda) alla A (la più calda): il comune di Firenze si trova nella fascia climatica D, quindi a “metà classifica”. Soltanto alcune aree limitate del territorio comunale, che collocate sopra i 200 metri di altezza rispetto al livello del mare, sono classificate in zona climatica E.

- Pubblicità -

Questo influisce sulle date di funzionamento dei caloriferi, perché nelle aree più fresche gli impianti possono essere attivati prima (sulle Alpi addirittura non ci sono limitazioni), mentre in quelle più temperate il via libera è previsto solo successivamente. Stessa classificazione per la piana fiorentina (zona climatica D), da Scandicci a Campi Bisenzio, da Sesto Fiorentino a Lastra a Signa. Alcuni comuni del Mugello invece si trovano in fascia E (Barberino, Borgo San Lorenzo, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia e San Piero a Sieve, Londa), come anche Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano, Tavarnelle.

Quando l’accensione riscaldamento a Firenze nel 2023: data e orario

A differenza dell’anno scorso quando era stato deciso di posticipare i periodi consentiti per il il funzionamento degli impianti termici, nell’autunno-inverno 2023-2024 l’accensione del riscaldamento a Firenze è consentito da mercoledì 1° novembre 2022 (e non più dall’8 novembre come successo lo scorso autunno).

- Pubblicità -

La zona climatica D prevede un orario massimo di attività dei termosifoni di 12 ore al giorno, con gli impianti termici (sia singoli che con valvole termostatiche perché alimentati da un impianto condominiale) che possono essere attivi durante più fasce nell’arco della giornata, ma tassativamente entro il periodo che va dalle 5.00 alle 23.00.

Per i Comuni della Città metropolitana di Firenze che si trovano nella zona climatica E l’accensione è anticipata al 15 ottobre 2023 e i termosifoni possono restare attivi per un massimo di 14 ore al giorno.

- Pubblicità -

Quanto possono essere caldi i termosifoni?

Per quanto riguarda la temperatura massima consentita nelle abitazioni con impianti termici a gas naturale (termo singolo o condominiale), a Firenze come in tutte le zone climatiche, la normativa prevede il limite di 20 gradi negli ambienti interni, con un margine di tolleranza di due gradi in più o in meno. Per le attività industriali, artigianali e assimilabili la temperatura massima è di 18 gradi.

Queste limitazioni non interessano utenze sensibili, come ospedali, Rsa, scuole, asili, piscine, saune e per le attività artigianali e industriali che abbiano esigenza di temperature più alte per motivi tecnici o di produzione. La normativa riguarda gli impianti termici e con questo termine si indicano pure quelli non a gas, come apparecchi e dispositivi fissi indipendentemente dalla potenza, quindi anche caminetti, termocaminetti, stufe a legna o a pellet. Ricordiamo che di recente la Regione Toscana ha previsto l’obbligo di accatastamento (ossia di registrazione gratuita) per camini e stufe a biomasse.

Quando è prevista l’accensione in anticipo del riscaldamento a Firenze?

La data di accensione del 1° novembre 2023 può essere anticipata in “situazioni climatiche particolarmente severe”: le autorità locali (in questo caso il Comune di Firenze) possono fare ordinanze ad hoc. Con un’eventuale deroga però i termosifoni possono stare accesi al massimo per 6 ore, la metà dell’orario consentito nel periodo autunnale e invernale.

Allo stesso modo, in assenza di un’ordinanza comunale, se l’assemblea condominiale decide di anticipare o posticipare la data di accensione del riscaldamento a causa del clima rigido o per la salute dei condomini, la caldaia centralizzata può funzionare per un massimo di 6 ore al giorno. Tutti i dettagli si trovano sul sito del Comune di Firenze.

E quando si spegne il riscaldamento a Firenze nel 2024?

Come detto, oltre alla data di accensione, la normativa fissa anche quella di spegnimento del riscaldamento: a Firenze i termosifoni potranno restare in funzione fino al 15 aprile 2024 (e non più fino all’8 aprile come la scorsa primavera). Stessa data per i comuni che sono compresi nella zona climatica E. Il Comune può decidere con un’ordinanza lo spegnimento dei termosifoni in anticipo, come successo a Firenze l’anno passato in seguito alla crisi energetica.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -